Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 22.20 del 24 Giugno 2018

Istituto Pediatrico Gaslini: altri tagli? No grazie

Istituto Pediatrico Gaslini: altri tagli? No grazie

Genova - La forza del nostro Istituto in questi anni è stata la capacità di riorganizzarsi per dare sempre il meglio delle cure anche senza che vi fossero specifiche richieste esterne, ne è un ultimo esempio la realizzazione del nuovo percorso nascita.
Capacità che nel corso di questi due ultimi anni è però purtroppo venuta meno, e come più volte da noi denunciato la dirigenza dell’Istituto si è concentrata soltanto sulla realizzazione dell’ospedale di giorno come se fosse l’unico e vero percorso per il futuro del nostro Istituto.
Scelta miope che si sta dimostrando quanto mai dannosa in un frangente come quello che stiamo attraversando fatto di tagli e riduzioni della spesa.
Scelta che ci espone sempre più a interventi esterni (Regione) in cui si chiede di operare riduzioni di posti letto e di tagli alle spese, che rischiano di far fare la fine dell’IST anche al Gaslini, diventando di fatto una struttura con talmente pochi letti, risorse e attività, di cui sarà facile disfarsi, magari accorpandola ad un altro Ente, viste le comuni affinità elettive.
Noi, come abbiamo già ribadito anche nelle precedenti note, non ci stiamo e non staremo inerti ad osservare le decisioni Regionali nell’operare tagli lineari e tanto meno subiremo l’incapacità gestionale della nostra dirigenza a contrastare quanto prospettato.
Crediamo che nonostante tutto vi siano ancora le possibilità e gli spazi affinché il nostro Istituto inizi una vera e concreta operazione di riorganizzazione.
Vi sono ampi margini per migliorare la funzionalità dell’Istituto ma non la si può ottenere solo con i tagli di posti letto e di risorse, occorre invece predisporre un serio e realistico progetto ricominciando proprio da dove si era interrotto precedentemente.
Partendo con la riorganizzazione dell’area chirurgica e di medicina, iniziando un percorso in cui siano le équipe multi professionali a ruotare intorno al paziente e non viceversa. Alzando la qualità delle cure e degli interventi in un’ottica sempre più spostata verso l’alta complessità assistenziale e all’applicazione dei risultati delle attività di ricerca per garantire cura e assistenza di altissimo livello a tutti i bambini della Regione Liguria, delle altre Regioni Italiane e di tutti quelli che ne faranno richiesta.
L’Ospedale di giorno dovrà svolgere al meglio la propria funzionalità nell’ottimizzare tempi e modalità di risposta a tutti quegli interventi di bassa complessità che non possono più continuare ad essere garantiti con le modalità sino ad oggi utilizzate.
Altri interventi dovranno essere fatti sulla gestione degli appalti, in particolare quelli edili, sulla spesa farmaceutica con la centralizzazione della distribuzione dei farmaci, e sul primo fra gli sprechi: il ricorso alle innumerevoli consulenze, la maggior parte delle quali assolutamente inutili, arrivando al paradosso che per dare le consulenze ci si avvale del parere di un consulente.
Non basta dire che bisogna mantenere e sviluppare l’eccellenza bisogna farlo concretamente e di questo purtroppo in Istituto non si sta vedendo nulla.
Alla Regione chiediamo che oltre ad incontrare i vertici dell’Istituto riceva anche noi per un confronto sulle proposte che da tempo stiamo avanzando purtroppo inascoltati.

La Segreteria Aziendale F.P C.G.l.L I.G.G

Giovedì 2 agosto 2012 alle 21:00:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News