Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.45 del 18 Aprile 2019

Pallanuoto, Bogliasco vince di misura contro Trieste

Pallanuoto, Bogliasco vince di misura contro Trieste

Levante - Arriva al termine di una gara da infarto la seconda vittoria stagionale del Bogliasco Bene. Alla Vassallo i ragazzi di Daniele Magalotti superano il Trieste dell'ex Daniele Bettini grazie ad una seconda parte di gara in crescendo dopo un avvio passato ad inseguire. A decidere la sfida è un rigore di Jack Lanzoni a 52'' dalla sirena. Una palla pesantissima che il numero 12 biancazzurro scaraventa con forza e freddezza alle spalle di Oliva, sancendo il definitivo 9-8 che fa esplodere la vasca levantina in un boato assordante.

E pensare che la gara con i giuliani non era certo cominciata nel migliore dei modi per i bogliaschini. Dopo il gol iniziale di Lanzoni, gli ospiti reagivano piazzando un break di tre reti interrotto ancora da Lanzoni in superiorità a 12 secondi dalla fine del parziale. Il poco tempo residuo era comunque sufficiente al Trieste per ristabilire il doppio vantaggio.
Bogliasco risaliva la china in avvio di secondo quarto, pareggiando i conti con Ravina, ad uomo in più, e con il solito Lanzoni. Erano ancora gli ospiti tuttavia ad allungare, arrivando a metà gara sopra 8-5, con Mario Guidi che inaugurava la sua giornata da top scorer con la rete del momentaneo 7-5.

Sembrava l'ennesimo pomeriggio stregato per i biancazzurri. Ed invece dopo il cambio vasca l'inerzia veniva completamente ribaltata. Prian abbassava la saracinesca, impendendo a qualsiasi altro pallone di finire alle sue spalle. Guidi aumentava il proprio bottino, segnando una doppietta nella terza ripresa e pareggiando i conti nell'ultimo tesissimo tempo. A meno di due minuti dalla sirena la contesa era più incerta che mai. Dopo un affondo triestino salvato sulla linea da Prian, il Bogliasco ripartiva in controfuga sbagliando il primo tiro ma conquistando con Ravina il rigore che si rivelerà determinante. A trasformarlo ci penserà Lanzoni, infilando Oliva alla sua sinistra. Trieste provava l'assalto della disperazione ma la difesa di casa confermava la propria ermeticità.

"Era una partita che dopo due tempi sembrava persa - ha affermato Daniele Magalotti - e invece i miei ragazzi hanno dimostrato di avere quegli attributi che non sempre abbiamo tirato fuori in questo campionato. Se si gioca con quella cattiveria agonistica che abbiamo messo in acqua nel terzo e quarto tempo i risultati arrivano. Proprio questo aspetto è ciò che mi fa più piacere perché siamo riusciti a non demoralizzarci giocando i due tempi finali senza subire più gol. La speranza è che l'andamento di questa partita possa essere lo specchio della nostra stagione che è iniziata male ma che possiamo ancora raddrizzare. Si può vincere in tanti modi ma farlo come oggi ha un significato particolare. Vuol dire che non siamo ancora morti come qualcuno crede".

Sabato 26 gennaio 2019 alle 20:25:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News