Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.10 del 24 Marzo 2019

Pallanuoto, brutta sconfitta del Bogliasco a Catania

Pallanuoto, brutta sconfitta del Bogliasco a Catania

Levante - Pericoloso passo indietro del Bogliasco Bene che dopo aver trovato sette giorni fa la prima vittoria stagionale, nell’ultimo turno del girone d’andata di Serie A1 cade nuovamente in trasferta in casa del Catania. Lo scontro diretto in zona salvezza se lo aggiudicano nettamente gli etnei, dimostrandosi più concentrati e determinati dei liguri. Per i ragazzi di Daniele Magalotti una sconfitta pesante sia nel punteggio, 15-9, che per le ripercussioni che porta alla classifica, con la zona speranza adesso lontana sei punti.

Gara praticamente a senso unico quella della Scuderi, che i locali incanalano verso di loro grazie ad un avvio pressochè perfetto che li vede andare in rete cinque volte nel primo tempo e mezzo, senza subirne alcuna. La prima gioia bogliaschina arriva infatti solamente a metà del secondo quarto con Mario Guidi che sfrutta una superiorità numerica. Un minuto più tardi Lanzoni raddoppia su rigore ma Catania ristabilisce le distanze prima dell’intervallo lungo con due reti inframezzate dallo squillo di Ravina.

Il 7-3 che battezza il cambio vasca è di fatto già una sentenza sulla sfida. Nonostante l’ampio vantaggio però i siciliani non si concedono distrazioni. Bogliasco prova ad aggrapparsi all’orgoglio ma i gol di Monari, Ravina e Di Somma non sono sufficenti per restare in scia ad un avversario che nel frattempo mette a referto altre sei segnature, portando il divario a loro favore su un rassicurante più 7.

A quel punto gli ultimi otto minuti sono praticamente un allenamento per entrambe le compagini, con i biancazzurri che se non altro nel finale leniscono un minino il passivo con il terzo acuto di giornata di Ravina, il secondo di Lanzoni ed il primo di Guidaldi.
In casa bogliaschina l’unico vero applauso va, ancora una volta, al cuore immenso dei sei Irriducibili presenti sugli spalti della vasca catanese.

«Non possiamo salvare nulla da questa gara - commenta amaro coach Magalotti - Era una sfida verità che poteva permetterci di riaprire il nostro campionato contando da qui in avanti solo sulle nostre forze ma l’abbiamo fallita in pieno. Davanti abbiamo sbagliato diversi gol facili e dietro ci siamo sciolti troppo presto. Errori banali che nulla centrano con la pallanuoto. Rispetto a sabato scorso oggi sembravano davvero un’altra squadra. Ma non possiamo sempre giocare a Bogliasco e prima o poi dobbiamo capirlo. La classifica è bruttissima ma è inutile guardarla adesso. Comunque non dobbiamo mollare. Abbiamo ancora tutto il girone di ritorno per provare a rialzarci».

Sabato 12 gennaio 2019 alle 18:55:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News