Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 16.30 del 23 Settembre 2019

Consegnato al Nucleo Cinofilo Vigili del Fuoco il presidio veterinario mobile | Video

Consegnato al Nucleo Cinofilo Vigili del Fuoco il presidio veterinario mobile<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/clinica-veterinaria-per-i-vigili-del-fuoco-2252.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>

Liguria - È stato presentato questa mattina in Sala della Trasparenza di Regione Liguria a Genova, e consegnato ufficialmente al Nucleo cinofilo Vigili del Fuoco, il primo presidio veterinario mobile allestito grazie alla raccolta fondi iniziata dal tassista genovese Gianfranco Mazzitelli, a cui hanno aderito i tassisti di Genova subito dopo la tragedia di Ponte Morandi.

L’iniziativa benefica è stata poi promossa in tutta Italia dall'associazione “Tutti taxi per amore onlus”, ha visto il coinvolgimento dei tassisti non solo di Genova, ma anche di Roma, Milano, Torino, Verona, Firenze, Cagliari, Napoli, Bari, Palermo, Catania per un totale di 30 città tra singoli tassisti, Cooperative e consorzi taxi. Ha contribuito al raggiungimento della quota di 25 mila euro anche l'associazione “Il Cuore di Martina”.

Grazie alla collaborazione della onlus “Tutti taxi per amore” del presidente Marco Salciccia, è stata distribuita, a partire da settembre scorso, su tutto il territorio nazionale, la striscia “Genova non si arrende”, applicata al lunotto posteriore di centinaia di taxi.

«L'iniziativa dei tassisti della Liguria – commenta l’assessore Gianni Berrino - merita tutti gli elogi opportuni: la raccolta di fondi per la messa in funzione del presidio mobile veterinario del Nucleo Cinofili dei Vigli del Fuoco servirà per aiutare i cani che partecipano con risultati straordinari alle operazioni di soccorso in caso di catastrofi. Nostro malgrado abbiamo visto questi incredibili animali in azione in occasione dei soccorsi a seguito del crollo del ponte Morandi e abbiamo potuto ammirarne la grande professionalità ed efficienza merito dello splendido lavoro degli addestratori. Non smetteremo mai di ringraziarli per tutto il lavoro fatto in quei tragici momenti».

«Tutti noi abbiamo ancora in mente le ore che sono seguite alla tragedia del ponte – commenta l’assessore Ilaria Cavo -, ore in cui ci siamo affidati molto, e spesso, alle unità cinofile che andavano a cercare tra le macerie. Oggi la solidarietà ha permesso la donazione di un mezzo specifico per curare proprio i cani che operano in queste situazioni: è un segnale che conferma come la rete della solidarietà sia vastissima, e che la tragedia del ponte l’abbia dispiegata tutta, con raccolte fondi da tante categorie e con scopi molto diversi. Siamo di fronte a un dono significativo che testimonia l’attenzione al ruolo di questi animali, ma soprattutto sostiene i vigili del fuoco, che rimangono l’emblema del soccorso e della gestione di questa emergenza».

«Oggi – spiega Claudio Manzella, direttore regionale vigili del fuoco Liguria - viene presentato a tutta la regione Liguria il primo presidio mobile veterinario del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, che sarà messo a disposizione nelle grandi calamità e/o emergenze oltre che ai Vigili del Fuoco anche alle altre unità cinofile presenti nelle emergenze. Il presidio farà parte in pianta stabile al nucleo regionale della Liguria sotto la dipendenza della Direzione Regionale Vigili del Fuoco Liguria».

«Siamo orgogliosi per l’obiettivo raggiunto – spiega Luca Gianni del consiglio direttivo della Cooperativa 5966 di Genova – ci eravamo posti la sfida di una mobilitazione nazionale per dare un ringraziamento concreto ai vigili del fuoco, il cui intervento tempestivo è stato fondamentale nei soccorsi post crollo”. “L’allestimento di un ambulatorio mobile per le unità cinofile - prosegue Marco Salciccia - sarà a disposizione non solo dei Vigili del fuoco ma anche di tutte le forze dell’ordine con unità cinofile e la Protezione civile».

«Il mezzo - aggiunge Luca Gianni - è un unico a livello nazionale e servirà a prestare soccorso e a curare tutti gli animali impegnati nelle operazioni di emergenza, come quelle dello scorso agosto nella zona del crollo del viadotto di Genova».

Il presidio mobile veterinario è allestito su un mezzo confiscato è il primo ospedale mobile veterinario in Italia. È dotato di tutte le attrezzature necessarie al primo intervento: tavolo operatorio, concentratore di ossigeno, anestesia, gabbie per aerosol terapia.

Potrà agevolare le operazioni di assistenza e soccorso a tutti gli animali sia delle unità cinofile sia soccorsi, bisognosi di cure nelle situazioni di emergenza. Sarà di stazza nel comando dei Vigili del fuoco di Imperia, a disposizione di tutto il Corpo Nazionale e trasferito in caso di macro interventi sull'intero territorio italiano.

Venerdì 14 giugno 2019 alle 13:25:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video

14/06/2019 - Clinica veterinaria per i vigili del fuoco



Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News