Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 14.40 del 11 Dicembre 2018

Sestri Levante, urgente il ripristino della difesa costiera dopo la mareggiata dal 29 ottobre

Il Comune chiede aiuto a Regione e governo per trovare le risorse

Sestri Levante, urgente il ripristino della difesa costiera dopo la mareggiata dal 29 ottobre

Liguria - Sestri Levante ha bisogno urgentemente che la difesa costiera sia ripristinata, con un consolidamento delle mantellate in massi naturali. Lo rende noto lo stesso Comune con un comunicato, facendo riferimento ai danni subiti dalla Baia del Silenzio per la mareggiata del 29-30 ottobre.

L’Amministrazione aveva già valutando la necessità di interventi di manutenzione delle scogliere di difesa della Baia che però ora dovranno essere integrati. «L’intervento di rifiorimento delle scogliere di difesa infatti prevede la provvista e posa in opera di alcune migliaia di tonnellate di massi naturali di cava, da impiegare per il ripristino della scogliera di levante (maggiormente depauperata) e in parte per quella di ponente. Per le fasi progettuali di dettaglio occorrerà eseguire un ulteriore rilievo batimetrico per quantificare e localizzare effettivamente le volumetrie mancanti a seguito della ultima mareggiata» riporta il comunicato.

Durante il Consiglio comunale sono stati già stanziati 150 mila euro di risorse proprie del bilancio in corso per cominciare il ripristino della diga. Un intervento non sufficiente però per il quale è in corso una quantificazione approfondita dei relativi costi, la cui prima valutazione è stata inserita nelle schede di richiesta danni inviate alla Regione.

Conclude la Sindaca, Valentina Ghio: «L’attuale assestamento della diga mette in pericolo l’abitato e le strutture rimaste in caso di una nuova forte mareggiata: si tratta quindi di un intervento urgente ed indifferibile per il quale durante il Consiglio Comunale di ieri sera abbiamo sollecitato Governo, Regione Liguria e parlamentari liguri a richiedere l’emissione di una ordinanza specifica di protezione civile per la Liguria, alla luce degli effetti specifici che la calamità ha prodotto nella nostra Regione e che copra gli interventi relativi all’erosione costiera e di ripristino delle opere a difesa a mare, come la diga di Portobello, generando problemi di sicurezza per l’abitato».

Giovedì 22 novembre 2018 alle 11:50:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News