Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 15.30 del 16 Novembre 2018

"Giochi.... proibiti", al Teatro Sociale di Camogli

`Giochi.... proibiti`, al Teatro Sociale di Camogli

Liguria - Sabato 27 ottobre ore 21 al Teatro Sociale di Camogli il nuovo progetto multimediale del pianista Giovanni Bellucci e della danzatrice Eugénie Andrin: sensualità ed erotismo, danzando con Berlioz e Debussy.

Reinventare "Jeux" di Debussy e dare vita alla visione ambiziosa di Giovanni Bellucci richiede la creazione di un meccanismo inedito: grazie ad una proiezione digitale, sono le mani del pianista, irreali e concrete allo stesso tempo, a muoversi nello spazio e rendere visibile la musica allo spettatore sotto un nuovo punto di vista. Sono loro a riportare la musica al centro della scena e a permettere non solo l'espressione di una coreografia sulla musica, bensì l'espressione della coreografia scaturita dalla musica stessa.

Esplorare questa nuova dimensione tecnica significa anche esplorare dei nuovi orizzonti della narrazione e rivedere il posto della ballerina, estremamente reale, posta al centro delle proiezioni digitali, creando dei nuovi ponti tra l'immagine e l'immaginario. Diaghilev definiva l'interpretazione di "Jeux" di Nijinsky come "l'apologia plastica dell'uomo del 1913". Questa nuova interpretazione è un'apologia dell'uomo del XX secolo, della sua creatività e dei suoi legami sempre più profondi con il mondo virtuale. Quando il gioco diventa virtuale e l'immateriale diventa concreto, delle nuove strade si aprono.

«C'è un secondo livello di interpretazione in questo Jeux a tre personaggi" - spiega la danzatrice e coreografa Eugénie Andrin - che lascia intuire sensualità mista ad erotismo. Questi sono quei giochi che mi è parso interessante mettere in moto. Il trio iniziale del libretto (un uomo e due donne) si ricongiunge attraverso la ballerina e le due mani del pianista proiettate in forma di video. La ballerina gioca, si nasconde, si lascia rincorrere da queste mani, e talvolta si lascia andare alla dolcezza e alla sensualità di una carezza».

Giovedì 25 ottobre 2018 alle 11:00:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News