Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 07.30 del 22 Ottobre 2018

La Casa del Mutilato e il Palazzo della Nafta tra i beni aperti per le Giornate Fai di primavera

La Casa del Mutilato e il Palazzo della Nafta tra i beni aperti per le Giornate Fai di primavera

Liguria - Palazzi della politica solitamente inaccessibili, aree archeologiche, borghi che custodiscono antiche tradizioni, colonie marine abbandonate, luoghi dello sport e della produzione, chiese e monumenti che svelano spazi sorprendenti. Le aperture delle Giornate FAI di Primavera, sabato 24 e domenica 25 marzo 2018, raccontano con la loro straordinaria varietà un’Italia che sempre di più si riconosce nella vastità del suo patrimonio culturale e nella ricchezza della sua storia. Un Paese che ritrova la propria identità in un evento festoso e rassicurante che supera gli schieramenti e fa sentire tutti parte di uno stesso grande e meraviglioso Paese, bene comune di ogni italiano. Le emozioni che ci uniscono sono il desiderio e la passione di scoprire le tante facce della bellezza che ci circonda: per questo il FAI invita tutti a partecipare a questa grande festa italiana, vivendo la gioia di sentirsi parte di un popolo con solide radici che in questo modo rafforza il filo che lo lega. Nessun evento collettivo è tanto ricco di entusiasmo e di tolleranza, nulla come le grandi code davanti ai nostri monumenti simboleggiano con più forza questa unione al di là dei propri convincimenti. C’è un’Italia che invita e un’Italia che partecipa: l’energia dei 50.000 volontari del FAI attraversa la Penisola da nord a sud alle isole e spinge la gente a scoprire, negli oltre 1000 i luoghi aperti al pubblico, i tanti frammenti di una stessa identità.

La manifestazione, oltre a essere un momento di incontro tra il FAI e la gente, uniti nel festeggiare e raccontare la propria storia più bella e più nobile, è anche un importante evento di raccolta fondi e un’occasione per raccontare a tante persone gli obiettivi e la missione della Fondazione. Per questo, all’accesso di ogni luogo aperto verrà chiesto ai visitatori un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro: i preziosi contributi raccolti saranno destinati al sostegno delle attività istituzionali del FAI.
Le Giornate sono aperte a tutti, ma un trattamento di favore viene riservato agli iscritti FAI – e a chi si iscrive durante l’evento - a chi sostiene la Fondazione con partecipazione e concretezza. A loro saranno dedicate visite esclusive, corsie preferenziali ed eventi speciali, perché iscriversi al FAI è un gesto civile e al tempo stesso un beneficio: conviene a se stessi e fa bene all’Italia.

Tra le aperture più interessanti in Liguria:

Genova
Palazzo della Nafta
La NAFTA, Società Italiana del Petrolio e Affini, fu fondata nel 1912 a La Spezia e nel 1915 spostò la propria sede a Genova. Nel 1928 fu approvato il progetto per la costruzione della nuova sede genovese, realizzata tra il 1933 e il 1934 e che costituì il primo edificio eretto su Piazza della Vittoria. A un primo progetto proposto da Eugenio Fuselli, fu preferito quello dell’architetto Cristoforo Ginatta il quale, in collaborazione con l’ingegnere Paolo Fossati, ideò una imponente e moderna struttura in cemento armato nei volumi architettonici e negli ornati manieristi fortemente debitrice degli edifici alessiani. L’edificio ospita oggi la sede genovese di ENI Spa.
Apertura: Sabato: 10:00 - 18:00 (ultimo ingresso 17:30)Domenica: 10:00 - 18:00

Casa del Mutilato
La Casa del Mutilato di Genova, eretta fra il 1937 e il 1938, fu realizzata su iniziativa dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra e sotto l’egida di Benito Mussolini. In seguito a una sottoscrizione pubblica, il progetto dell’edificio fu affidato all’architetto Eugenio Fuselli (1903-2003), il quale aveva già collaborato al fianco di Marcello Piacentini (1881-1960) nella realizzazione della Casa Madre dei Mutilati di Roma e che ideò una struttura di impronta novecentista, innovativa e severa nelle forme. L’edificio, inaugurato alla presenza di Mussolini il 16 maggio 1938, è di proprietà dell’Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi di Guerra e ospita ancora oggi la sede regionale Liguria e la sede provinciale di Genova.

Venerdì 23 marzo 2018 alle 10:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News