Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.23 del 11 Dicembre 2018

Orientamenti, oltre 90mila presenze e boom di contatti social

Decise le date della prossima edizione

Orientamenti, oltre 90mila presenze e boom di contatti social

Liguria - Con oltre un milione di contatti sui social e più del 90% dei giovani liguri under 35 raggiunti, Orientamenti si conferma un successo anche in rete.

I dati relativi ai social dimostrano ancora una volta il grande impatto della manifestazione, che quest'anno ha registrato 91.121 visitatori di cui oltre 18.000 provenienti da fuori regione (sei volte il dato di 3000 partecipanti registrati nel 2017). Con questi numeri Orientamenti si inserisce a pieno titolo tra i grandi eventi nazionali, che portano a Genova visitatori provenienti da tutta Italia. A due settimane dalla sua chiusura il salone, che si è svolto in tutta l'area del Porto Antico diventando un vero e proprio villaggio dell'orientamento, ha registrato un aumento delle presenze di oltre 30% rispetto ai 70.000 visitatori dell'anno precedente.

Gli espositori sono stati 273, con un incremento del 37% e i 347 convegni di questa edizione hanno fatto registrare un più 24% rispetto all'anno passato. Aumentano del 25% gli studenti presenti agli incontri con i Capitani Coraggiosi, che hanno superato i 5.000, mentre i giovani in cerca di lavoro che hanno preso parte al Career Day e ai servizi per il lavoro sono stati 6.100 (più 20%) per 27.000 colloqui (più 35%), ciò significa che ogni partecipante ha preso parte a circa 4 colloqui singoli. Le 107 aziende partecipanti al Career Day hanno offerto attraverso 527 annunci un totale di 1767 posizioni lavorative (248 a tempo indeterminato, 1372 a tempo determinato, 47 contratti d'apprendistato, 81 tirocini e 19 tipologie contrattuali di altro tipo). 238 posizioni a tempo determinato erano inerenti in prevalenza al settore informatico (104), 58 riguardavano il settore tecnico, 58 il settore ingegneria, 14 il ramo turistico/alberghiero, 9 il settore amministrativo/finanziario e 5 il commercio.

Per quanto riguarda le altre tipologie contrattuali la maggioranza (803) erano inerenti al settore turistico/alberghiero, 233 al settore tecnico, 122 al settore informatico, 83 al settore/amministrativo/finanziario, 80 al settore veterinario, 61 al settore del commercio, 53 al settore dell'ingegneria e 84 ai restanti settori. Il monitoraggio dei risultati del Career Day sarà effettuato in due tappe, a sei mesi e a un anno, come lo scorso anno, perché sia attendibile. Tutti i segnali suggeriscono un trend positivo dei colloqui in linea con le percentuali di successo dello scorso anno quando, a 6 mesi di distanza, le aziende inserzionate al career day avevano ricoperto le posizioni lavorative ricercate per oltre il 30% del fabbisogno attingendo da curriculum selezionati a Orientamenti; il dato raddoppiava nel settembre 2018 con circa il 60% per cento delle posizioni offerte a Orientamenti risultavano ricoperte da persone che avevano fatto il colloquio al Career Day. Calcolando una percentuale di successo anche quest'anno del 60% ci si può aspettare 1100 assunzioni sulle 1767 inserzionate.

La crescita di Orientamenti 2018 si estende ad ogni ambito della manifestazione: gli studenti presenti a seminari, test e colloqui di orientamento promossi dall'Università di Genova sono stati 13.600, con una crescita del 31% rispetto al 2017; gli studenti che hanno partecipato alle attività di verifica delle 8 competenze chiave della Ue 8100 sono invece aumentati del 26%.

Cresciuti del 28% i docenti, gli educatori e i formatori che hanno partecipato ai laboratori di aggiornamento professionale e hanno superato le 4.000 presenze. I genitori che hanno partecipato ai laboratori di aiuto alla scelta sono stati ben 900, grazie anche all'ampliamento dell'orario del Salone il dato è migliorato, arrivando ad un più 22%. Gli studenti e i giovani che hanno partecipato ai laboratori educativi dell'area società, in particolare promossi da ASL3, Comune di Genova e Regione Liguria, sono arrivati a quota 6.800, consentendo un più 23% rispetto alla precedente edizione.

Anche i dati riferiti alle attività sperimentali delle Vie dei Mestieri e delle Professioni di domani hanno avuto una risposta molto positiva: ai laboratori e ai colloqui, effettuati con imprenditori, professionisti ed esperti hanno preso parte 3560 partecipanti, un dato che acquisisce ancora maggior risalto, se paragonato ai 1100 del 2017.

«I numeri confermano - afferma Ilaria Cavo, assessore alla formazione e istruzione di Regione Liguria - quanto Orientamenti sia diventato sempre più una manifestazione di respiro nazionale. Il Salone è aumentato nei volumi e nell'offerta formativa, di lavoro e di orientamento e insiste nella sua vocazione che è quella di condurre i ragazzi verso una scelta consapevole per il proprio futuro. Per farlo si passa attraverso i colloqui con le aziende e il supporto dei genitori: una formula vincente che ci ha consentito di consolidarci e di registrare grandi affluenze. Il prossimo anno, grazie al coinvolgimento di tutti i soggetti che fanno parte del Comitato del Salone, vogliamo superare quota 100 mila, siamo già all'opera per l'organizzazione della prossima edizione e abbiamo già deciso le date: 12-13-14 novembre 2019».

Mentre è già partita l'organizzazione del salone del prossimo anno, l'assessore Cavo è presente al salone dove oggi fino a sabato Regione Liguria, capofila nazionale dell'orientamento, espone al Job Verona il suo progetto di orientamento nelle scuole e le eccellenze formative di alta formazione. Presenti gli stand dell'Università e dell'Accademia della Marina Mercantile (con i corsi ITA legati a Costa Crociere, Msc, Gnv).

Giovedì 29 novembre 2018 alle 16:30:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News