Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.00 del 26 Marzo 2019

«A Roma per rilanciare il settore della costruzioni e difendere l'occupazione»

Venerdì 15 marzo sciopero generale delle costruzioni

«A Roma per rilanciare il settore della costruzioni e difendere l´occupazione»

Liguria - Questa mattina si è svolta la conferenza stampa indetta da Fenea lUil, Filca Cisl e Fillea Cgil della Liguria per illustrare lo sciopero che coinvolgerà il comparto delle costruzioni.
Il prossimo 15 marzo si fermeranno i cantieri, le fabbriche del legno e dell’arredo, le cave e le fornaci, le cementerie, per l’intera giornata con migliaia di lavoratori e disoccupati che manifesteranno a Roma a sostegno delle proposte concrete e fattibili su cui il Governo non vuol confrontarsi.

Costruzioni - «Per rilanciare il Paese occorre una politica industriale in grado di sostenere e dare sviluppo all’intera filiera delle costruzioni: dall’edilizia ai materiali, dal settore del legno e arredo al cemento, dai lapidei al settore dei laterizi. Abbiamo chiesto un tavolo a Palazzo Chigi per dare una risposta agli oltre 600 mila persone che hanno perso il lavoro e al milione che rischia di perderlo - hanno spiegato Mirko Trapasso, segretario regionale Feneal Uil Liguria, Andrea Tafaria, segretario generale Filca Cisl Liguria e Federico Pezzoli, segretario generale Fillea Cgil Liguria - Negli ultimi 10 anni siamo passati da 7.500 imprese a circa 3.500 con gli iscritti alla Cassa Edile che sono scesi da 20 mila agli attuali 13 mila. Questo trend va fermato e vanno recuperati i posti di lavoro».

Lunedì 11 marzo 2019 alle 12:20:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News