Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.00 del 17 Luglio 2018

I barman del Bergese promuovono la Liguria e le sue aromatiche

I barman del Bergese promuovono la Liguria e le sue aromatiche

Liguria - Prove generali al Museo Luzzati di Genova del grande evento internazionale che vedrà impegnati chef, food blogger, opinion leader e gourmet nella promozione in Italia ed all'estero del mix CIBO, ARTE E CULTURA, con protagonisti, con i loro cocktail ai profumi di Liguria, i barman e barlady del "Bergese": Simone Padalino, Mattia Sangerardi, Domenico Perrone, Lucia Scotto, Beatrice Dallaglio, Martina Germano, Alice Gonella, Davide Dozella, Michelle Zampardo e Jessica Di Bernardi.

Le linee guida adottate per creare comfort dink sono state la sostenibilità e la territorialità. Seguendo l'aspetto officinale del timo, della salvia, del rosmarino e del basilico hanno svolto, sotto la guida dei docenti Giovanni Falcone e Gianluigi Cupito, una ricerca attraverso i miti e i cerimoniali che per generazioni hanno tramandato consuetudini e rituali curativi.

La ricerca-azione è andata oltre ai normali infusi, decotti, impacchi e cataplasmi; infatti, guidati dai testi del guru Dave Arnold e Brad Thomas Parsons, hanno sperimentato ed ottenuto tinture alcoliche, bitter rapidi e sciroppi home made di ottima qualità senza tralasciare la sicurezza alimentare.

Ecco quindi che le basi per i cocktail sono diventate bitter ottenuti per nitro infusione, vodka aromatizzata al burro Latte Tigullio e per nitro infusione al timo e numerosi sciroppi.

I prodotti usati sono tutti made in Liguria quindi, oltre alle erbe sacre, non potevano mancare marchi storici e non della nostra regione: l'amaro e il bitter Santa Maria al Monte, la vodka ed il gin 100% bio dell'Azienda Origine Green Spirits e Ò Bagascio dell'azienda Bruzzone.

Per l'evento è nato un po' per caso, un po' per studio, un po' per curiosità il "Bitter Bergese", un amaro rapido fatto per nitro infusione: una tecnica sviluppata usando il sifone cream iSi e il protossido di azoto, un gas anestetico solubile in acqua, in etanolo e nei grassi, e dall'aroma dolciastro, conosciuto come gas esilarante o azoto. Durante le infusioni rapide, il protossido di azoto si scioglie nel liquido e lo costringe sotto pressione a penetrare nel solido, da cui, una volta entrato, estrae gli aromi. Dopo poco tempo si rilascia la pressione e il protossido va in ebollizione, facendo fuoriuscire il liquido a quel punto aromatizzato dall'elemento solido. È stata fatta una nitro infusione a caldo per andare a estrarre le sostanze amare tipiche del bitter. La ricetta del Bitter Bergese? Come tutti i bitter è tenuta gelosamente segreta.

I cocktail sono stati realizzati usando il concetto del mixologist di fama mondiale Antonio Parlapiano, inerente le rivisitazioni (twist) di cocktail classici in maniera orizzontale, diagonale e verticale.

Le ricette dei cocktail "ai profumi di Liguria" per 2018 anno del cibo italiano nel mondo sono:

- C4:4,5cl gin Gino, 1,5 cl grappa, 1cl bitter Bergese, 1 tea spoon di sciroppo di miele, 2 tea spoon home made al rosmarino.

- Rouge:3cl gin Gino, 2cl bitter Santa Maria al Monte, 2cl Ò Bagasco, 2,5cl home made al timo.

- Broken heart:2,5cl home made al rosmarino, 1 dash di amaro Santa Maria al Monte, 3,5cl gin Gino, 2cl cacao white.

- Green soul: 2/1,5cl home made al basilico, foglie di basilico, 2,5cl gin gino, 1,5cl bitter Bergese.

- Il duca:4cl gin Gino, 2cl Ò bagasco, 2 dash amaro Santa Maria al Monte, 2,5cl home made alla salvia.

- Liguria fashioned: 2 dash Santa Maria al Monte, 4,5 cl di vodka al burro e timo, 2,5 cl home made al timo.

Martedì 2 gennaio 2018 alle 09:30:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News