Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.00 del 26 Marzo 2019

Il welfare aziendale secondo UBI Banca

Un'opportunità per innovare, far crescere le imprese del territorio e il terzo settore, migliorare il benessere della collettività

Il welfare aziendale secondo UBI Banca

Liguria - UBI Banca è il primo istituto bancario italiano a proporre sul mercato un servizio di welfare aziendale, con una visione strategica innovativa che nasce proprio dal suo essere banca con forti connotazioni territoriali, attenta alle esigenze delle imprese, delle famiglie e delle collettività, da sempre impegnata a promuove lo sviluppo del terzo settore.

UBI Welfare, il nuovo servizio per le imprese sviluppato dalla divisione Wealth & Welfare di UBI Banca, si distingue per tre elementi fondamentali:
- l’approccio consulenziale ad ampio raggio che mira ad accompagnare le imprese in ogni passo del processo di attivazione di un piano di welfare aziendale, al fine di offrire ai loro dipendenti risposte concrete alla crescente domanda di servizi di prevenzione, cura, assistenza, educazione e tempo libero;
- la valorizzazione del territorio come elemento costitutivo di un network di prossimità in cui le aziende e gli operatori del terzo settore possono diventare fornitori di servizi welfare, ampliando così in modo significativo il loro bacino di mercato. A tal fine UBI Banca vuole mettere in relazione le aziende già clienti, le associazioni imprenditoriali, le cooperative e imprese sociali e le organizzazioni non profit del territorio;
- la sussidiarietà che, proprio grazie a un sistema di welfare territoriale, inclusivo e generativo di valore, permette di realizzare una vera e propria rete di benessere per tutti i lavoratori, una protezione integrativa rispetto al welfare state in tema di assistenza sanitaria, sostegno al reddito, istruzione, cultura e ambiente.

La gamma di beni e servizi welfare per i dipendenti è molto ampia: la piattaforma UBI welfare consente, ad esempio, di avere accesso ad una nuova cassa di assistenza sanitaria, a fondi pensione, a un network sanitario convenzionato, al rimborso di molte spese sostenute per l’educazione dei figli e la cura della propria famiglia, a beni e servizi per il tempo libero, a card e voucher per effettuare acquisti.

L’offerta UBI Welfare non è rivolta solo alle grandi aziende, ma anche a PMI meno strutturate grazie a soluzioni ad hoc per ciascuna impresa e alla partnership con le associazioni imprenditoriali e di categoria, in particolare le organizzazioni territoriali di Confindustria. Tra i target primari ci sono le circa 300.000 imprese italiane già clienti di UBI Banca e le organizzazioni non profit che, implementando il modello di servizio e sviluppo a loro dedicato (UBI Comunità), possono entrare nel network UBI Welfare.

UBI Banca ha siglato con Confindustria, a ottobre del 2018, un accordo quadro a livello nazionale con l’obiettivo di collaborare per lo sviluppo della cultura del welfare nelle aziende. Nell’ambito della partnership l’istituto di credito ha firmato 18 accordi con le associazioni degli imprenditori su tutto il territorio nazionale con l’obiettivo di promuovere capillarmente il welfare dedicato alle piccole e medie imprese.

Al fine di approfondire l’analisi e la conoscenza dei fenomeni che possono contribuire a migliorare il benessere individuale e collettivo, UBI Banca ha dato anche avvio alla realizzazione di un osservatorio sul welfare territoriale in partenariato con ADAPT, l’associazione di studi sul lavoro fondata da Marco Biagi. Il progetto, di cui è ordinatore scientifico il Prof. Michele Tiraboschi, prende avvio dal welfare aziendale ma si aprirà ad ampio raggio verso altre componenti altrettanto rilevanti, alle quali verranno dedicati approfondimenti specifici verticali, come ad esempio la soddisfazione dei bisogni sanitari, previdenziali e assistenziali.

Martedì 5 marzo 2019 alle 11:49:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News