Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.50 del 21 Settembre 2018

Autonomia, Toti: «Scelta strategica per il futuro della Liguria»

Autonomia, Toti: «Scelta strategica per il futuro della Liguria»

Liguria - «L'avvio del percorso dell'autonomia è una scelta strategica per il futuro della Liguria, soprattutto sul fronte portuale, dei trasporto e della tutela dell'ambiente»: il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti ribadisce e sottolinea l'importanza del sentiero su cui si è incamminata la Regione. Il tema è al centro del dibattito "Nord chiama Sud" a cui il governatore parteciperà, questa sera, nell'ambito della rassegna Liguria d'Autore, assieme a Stefano Bonaccini, Claudio Brachino, Stefano Buffagni, Attilio Fontana, Massimo Garavaglia.

Autonomia - «Il tema è estremamente attuale e della massima rilevanza – aggiunge Toti - ed è stato al centro del Patto siglato a Trieste, il 21 aprile scorso, con i governatori Luca Zaia, Attilio Fontana e Massimiliano Fedriga. Dopo l'approvazione, all'unanimità, da parte del Consiglio regionale della Liguria, della risoluzione per l'avvio del percorso dell'autonomia, abbia proseguito con tappe importanti: la trattativa è in corso, e dopo il positivo confronto di mercoledì scorso con il ministro degli Affari regionali Erika Stefani, ci aspettiamo che si possa giungere al traguardo entro al fine del 2018».

Merci - «Ovviamente – prosegue Toti – in cima ai nostri pensieri rimane il tema della portualità: la Liguria è già il porto d'Italia, uno dei maggiori in Europa, ma grazie all'autonomia potrà esserlo sempre di più e divenire il principale crocevia delle merci in movimento nel Mediterraneo e verso i grandi mercati del centro e nord Europa. I punti nodali sono due: governance e gestione economica. Sul primo – spiega Toti – l'obiettivo è avere un unico soggetto che gestisca i tre porti di Genova, Savona e La Spezia, un ente snello, capace di stare al passo con la rapidità con cui si muovono i mercati, meno irrigidito dalla burocrazia. Sull'altro fronte, il raggiungimento dell'autonomia finanziaria per i porti liguri permetterà di sostenere il finanziamento di infrastrutture strategiche, come la nuova diga e i dragaggi, che consentirebbero il definitivo rilancio degli scali liguri. Da non dimenticare, in senso più generale,- conclude Toti – il fatto che una maggiore autonomia porterà la Liguria in un futuro di maggiore efficienza e di maggiore vicinanza della politica ai cittadini e alle loro reali esigenze».

Venerdì 13 luglio 2018 alle 18:45:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News