Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.45 del 23 Settembre 2018

Chiavari, la delegazione di Forza Italia in visita al carcere

Chiavari, la delegazione di Forza Italia in visita al carcere

Liguria - Nella prima mattinata di domani una delegazione di Forza Italia, composta dagli onorevoli Roberto Bagnasco e Roberto Cassinelli e dal consigliere regionale Claudio Muzio, farà visita all’istituto penitenziario di Chiavari. L’iniziativa è promossa dal Coordinamento provinciale del partito.

«Questa scelta – dichiarano Bagnasco, Cassinelli e Muzio – nasce dalla volontà di mantenere alta l’attenzione, anche nel periodo delle vacanze estive e nell’approssimarsi della festività del 15 agosto, sulla realtà delle carceri, spesso dimenticata nel dibattito politico e pubblico».

«Desideriamo innanzitutto – proseguono - manifestare il nostro sostegno ed il nostro apprezzamento per l’ottimo lavoro svolto dai dirigenti della Casa circondariale di Chiavari e dagli agenti di Polizia penitenziaria. Tale lavoro ha reso l’istituto un modello a cui guardare con grande attenzione e favore: la quasi totalità dei detenuti è impegnata in attività lavorative o di formazione, oltre che in attività culturali e ricreative; sono stati anche avviati progetti di lavoro con Enti e cooperative; non si registrano inoltre casi di autolesionismo».

«Permane il problema – sottolineano ancora i tre esponenti di Forza Italia - della carenza di organico di Polizia penitenziaria: dei previsti 57 agenti, ne prestano servizio a Chiavari 41. Ci attiveremo, nelle sedi di nostra competenza, per sollecitare il Governo a varare un piano straordinario di assegnazione di nuovi agenti. Con la nostra visita – concludono – vogliamo infine far giungere alle 48 persone detenute (la stragrande maggioranza a seguito di condanna definitiva) un messaggio di attenzione. Il carcere deve certamente essere un luogo di espiazione della pena, ma anche, come previsto dall’art. 27 della nostra Costituzione, un luogo di recupero di coloro che stanno pagando il prezzo dei propri errori».

Lunedì 13 agosto 2018 alle 16:35:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News