Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 16.25 del 25 Aprile 2019

Impianti vitivinicoli, firmata in consiglio la mozione per modificare la ripartizione

Impianti vitivinicoli, firmata in consiglio la mozione per modificare la ripartizione

Liguria - Viene presentata - dopo essere stata firmata dalla Consigliera Regionale Lilli Lauro - questa mattina in Sala Consiglio la mozione sulle procedure per l'autorizzazione a nuovi impianti di vigneto in Liguria.

«Dal 15 febbraio al 31 marzo del scorso anno sono state presentate le richieste di autorizzazione a nuovi impianti di vigneto. Ogni anno gli Stati membri della UE possono mettere a bando nuove autorizzazioni rispettando un tetto massimo dell’1% della superficie nazionale. In Liguria – una della Regioni più sfavorite – nel 2018 sono state 120 le aziende vitivinicole che hanno presentato richiesta per l’autorizzazione all’impianto di nuovi vigneti per una superficie di 115 ettari con un’effettiva assegnazione di soli 16 ettari».

«Per questo motivo è necessario individuare e propporre tutte le soluzioni percorribili non solo per garantire la stabiità del sistema di gestione del potenziale produttivo ma anche per risolvere le problematiche dei produttori che vorrebbero rispondere alle esigenze di mercato e oggi non hanno la possibilità di farlo. L’agricoltura potrebbe rivestire un ruolo importante dal punto di vista economico e occupazionale, soprattutto per i giovani. Ecco perché la mozione presentata dalla Consigliera Regionale Lilli Lauro impegna il Presidente e la Giunta Regionale affinché Regione Liguria si attivi presso il MIPAF (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo) per prevedere una diversa ripartizione delle quote nazionali di territorio, possibilmente attraverso apposite misure correttive, modificando anche il criterio di ripartizione impianti che possano permettere di soddisfare le richieste di investimento da parte delle aziende vitivinicole liguri. Verificando, ove possibile, quanti dei circa 157 mila mq nazionali per cui è stata richiesta l’autorizzazione siano stati effettivamente utilizzati dai produttori».

Lunedì 15 aprile 2019 alle 11:00:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News