Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 12.10 del 22 Novembre 2018

La 'vecchia' Forza Italia e i malumori di Toti: «Certe poltrone non sono a disposizione»

La ´vecchia´ Forza Italia e i malumori di Toti: «Certe poltrone non sono a disposizione»

Liguria - «Non solo non me ne vado da nessuna parte, ma vorrei, dare il mio contributo- Ditemi solo dove e quando. Ma che sia un confronto vero, in cui i nostri elettori, militanti, amministratori, i tanti civici che ci hanno abbandonato possano dire la loro apertamente sulla linea politica, le candidature, gli incarichi di partito a tutti i livelli. Sono pronto per scrivere le nuove regole anche domani. In queste ore vi ho letto ed ascoltato con attenzione: sembra che il problema non siano gli elettori, i militanti che se ne vanno, sembra che il problema sia Toti che lo dice e chiede una riflessione su questo. Continuate cosi... facciamoci del male!»: con queste parole rivolte al deputato di Forza Italia Giorgio Mulè il governatore ligure Giovanni Toti torna via social a esprimere il suo mal di pancia per l'attuale situazione di Forza Italia. Da una parte il fronte old style assai critico con l'esecutivo e in questi giorni strenuo difensore dell'Europa - chiave in questo senso la figura di Antonio Tajani -, dall'altra quelli che, come Toti, sono convinti che per non finire 'stritolati' dall'alleato Lega occorra proprio riconoscere la bontà di tutta una serie di temi posti dal Carroccio.

Dialogo - Anche ieri, commentando mestamente i magri risultati di Forza Italia in Trentino Alto Adige, Toti aveva scritto: «Si proclama di voler fare i congressi comunali e provinciali. Oh, non quelli regionali e nazionali, ci mancherebbe. Quelle poltrone non sono a disposizione, sono già occupate. E apriamo forse il dibattito ai cittadini, ai militanti, alle liste civiche. Facciamo in modo che democraticamente tutti possano esprimere la propria linea politica e scegliere i dirigenti preferiti? Ma quando mai! Discutiamo tutto in pochi, meno siamo meglio stiamo. Ragazzi, siamo ancora in tempo, abbiamo tanti bravi sindaci, consiglieri comunali e regionali, tanti parlamentari. Ma con questa classe dirigente che continua a far finta di nulla non vinceremo mai più!».

Giovedì 25 ottobre 2018 alle 12:45:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News