Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.00 del 17 Agosto 2019

Lunardon e Rossetti: «Imprese danneggiate dal Morandi, bisogna cambiare le regole del decreto»

Lunardon e Rossetti: «Imprese danneggiate dal Morandi, bisogna cambiare le regole del decreto»

Liguria - «Il Governo modifichi le regole per i risarcimenti di commercianti e aziende contenute nel Decreto Genova: quelle attuali rischiano di escludere una buona fetta di persone danneggiate dal crollo del ponte Morandi»: a dirlo sono i consigliere regionali del Pd ligure Giovanni Lunardon e Pippo Rossetti.

Risarcimenti - «Raccogliamo l’allarme lanciato dalla Cna genovese – spiegano i due esponenti del Partito Democratico – e chiediamo una correzione immeditata dei criteri contenuti nel Decreto. Prima di tutto i risarcimenti devono coprire anche l’aumento dei costi e non solo la diminuzione del fatturato, visto che il crollo del ponte ha comportato difficoltà logistiche consistenti a molte aziende e quell’unico parametro risulta troppo limitativo. Poi è necessario ampliare anche il periodo di riferimento, che, al momento, va dal 14 agosto al 29 settembre 2018. La maggior parte delle attività colpite dal crollo del Morandi ha accusato difficoltà nei mesi seguenti, non solo nei giorni immediatamente successivi al disastro. Insomma: il Governo, con l’aiuto della Regione, aggiusti il tiro, altrimenti si rischia di escludere la maggior parte delle aziende e dei negozi».

Soldi - «È inutile che il presidente Toti dica che ci sono più fondi di quanti ne servano, perché se le regole sono calibrate male, quei soldi non andranno a nessuno e chi, da otto mesi, sta lottando per far sopravvivere la propria attività o chi è stato costretto a chiuderla verrà danneggiato un’altra volta. I criteri del Decreto Genova devono essere delineati in base alle necessità del territorio e non viceversa. Non è possibile che dopo 8 mesi solo 13 imprese abbiano ricevuto gli indennizzi», concludono.

Mercoledì 17 aprile 2019 alle 12:15:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News