Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.30 del 14 Novembre 2018

M5S Liguria: «Legge Basaglia grande rivoluzione civile»

M5S Liguria: «Legge Basaglia grande rivoluzione civile»

Liguria - «Quaranta anni fa si chiudeva definitivamente l'era dei manicomi in Italia. Una 'rivoluzione' resa possibile dalla legge 180 del 13 maggio 1978, che porta anche il nome dello psichiatra che la promosse, Franco Basaglia. La 180 ha cambiato la gestione della malattia psichiatrica nel nostro Paese, ma oggi il sistema della assistenza è fortemente a rischio. Carenza di mezzi, risorse e personale, investimenti insufficienti sulla psichiatria, mancanza di un piano organico regionale ragionato sul paziente e non su soluzioni di comodo spesso legate a interessi personali o di gruppi già noti: sono queste le principali criticità con cui il settore si trova a fare i conti a quarant'anni dalla legge Basaglia»: così il MoVimento 5 Stelle Liguria.

«Non possiamo continuare a lasciare medici e psichiatri in trincea a garantire, da soli e senza fondi, un presidio sociale fondamentale per la nostra regione. Oggi più che mai servono azioni e interventi concreti da parte della Giunta Toti, che abbiamo impegnato con un Ordine del giorno a recepire nei propri atti i contenuti del programma "La città che cura". Nel testo, approvato all'unanimità, abbiamo posto l'accento sui principali punti previsti dal programma per la costruzione di un patto per la salute mentale. In particolare, il ripristino dell'Osservatorio regionale per la salute mentale sotto Alisa, l'attivazione di una Consulta permanente sulla salute mentale nel territorio di ciascuna Asl, l'avvio di spazi di discussione trimestrale nei vari distretti e territori; ripensare il sistema della residenzialità; sviluppare il tema della vita indipendente, potenziare l'assistenza domiciliare sperimentando con più forza la residenzalità leggera e il social housing; rafforzare il reinserimento lavorativo; rivedere i criteri della regressione tariffaria bocciata dal Tar; migliorare l'accesso alle cure e la qualità dei servizi di salute mentale».

Martedì 5 giugno 2018 alle 17:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News