Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.35 del 27 Maggio 2018

Medicina integrata, l'impegno «della Regione per una sua maggiore conoscenza»

Medicina integrata, l´impegno «della Regione per una sua maggiore conoscenza»

Liguria - «I risultati ottenuti nel 2017 dal progetto di medicina integrata presso l'Ospedale Gallino di Pontedecimo, per cui la Regione ha stanziato 100.000 euro, parlano chiaro: questo insieme di cure, che come dice il nome non sostituisce ma integra quelle classiche, sta portando risultati positivi e benefici per tante persone. Nonostante ciò, le possibilità di usufruire della medicina integrata sono ancora poco conosciute e poco divulgate ed è perciò necessaria un'opera di informazione capillare, che possa raggiungere il maggior numero di pazienti. Regione Liguria, come è emerso nel corso dell'ultima seduta della Commissione Sanità, sarà in prima linea su questo fronte, sulla scia dell'impegno assunto a novembre con l'approvazione all'unanimità di una mia risoluzione finalizzata ad un sempre maggiore sostegno e valorizzazione della medicina integrata»: lo dichiara Claudio Muzio, consigliere regionale di Forza Italia membro della Commissione Sanità.

«Questo bisogno d'informazione e divulgazione – prosegue Muzio – è apparso chiaramente in Commissione in esito all'audizione dei responsabili del progetto portato avanti all'Ospedale Gallino, il prof. Edoardo Rossi, il referente amministrativo Piero Randazzo ed il dott. Ferruccio Costa. I numeri da loro forniti mostrano quanto sia doveroso far conoscere le possibilità offerte dalla medicina integrata: 8.647 prestazioni eseguite lo scorso anno, 160 pazienti trattati (100 malati oncologici e 60 malati immunologici) con una spesa di 81.000 euro ed un costo mensile per paziente di 42,30 euro, comprensivi di 8 ingressi mensili con prestazioni multiple, tra cui magnetoterapia, agopuntura, shiatsu, dieta personalizzata antiossidante, supporto psicologico, musicoterapia e yoga. Il risultato è stato il miglioramento dello stato di salute generale e della qualità della vita per la maggior parte delle persone prese in carico, sotto diversi punti di vista: migliore attività fisica, minori limitazioni allo svolgimento dei compiti lavorativi, riduzione del dolore fisico, miglioramento della vitalità, della socialità e dello stato emotivo e mentale».

«Mi sembra – conclude il consigliere regionale di Forza Italia – che non vi sia bisogno di ulteriori commenti per mostrare quanto valga la pena far conoscere e sostenere la medicina integrata. I passi fin qui compiuti dall'assessore alla Sanità Sonia Viale vanno nella direzione giusta: auspico che, con l'ampio consenso del Consiglio regionale, si possa proseguire su questa strada, con l'obiettivo d'una maggiore diffusione di questo tipo di cure negli ospedali liguri, ad integrazione di quelle legate alla medicina accademica e scientifica».

Venerdì 23 marzo 2018 alle 16:00:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News