Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.00 del 17 Novembre 2018

Olio di cannabis, Garibaldi e Pastorino: «Il Gaslini firmi un accordo con le farmacie per la fornitura»

Olio di cannabis, Garibaldi e Pastorino: «Il Gaslini firmi un accordo con le farmacie per la fornitura»

Liguria - «È necessario che quanto prima l'Istituto Gaslini firmi una convenzione con le farmacie private per assicurare la fornitura di olio di cannabis terapeutica, dal momento che oggi l'ospedale non è in grado di erogarne quantità sufficienti a coprire le terapie dei pazienti in cura»: questo il contenuto della lettera inviata stamane dai consiglieri Gianni Pastorino (capogruppo Rete a Sinistra / Liberamente Liguria) e Luca Garibaldi (Partito Democratico) al Direttore Generale dell'ospedale, dottor Paolo Petralia.

«Nel corso di un convegno organizzato due giorni fa a Chiavari dall'Associazione InFioreScienza, abbiamo appreso la vicenda, particolarmente gravosa, di un paziente pediatrico in cura al Gaslini e residente nel Tigullio la cui famiglia è costretta ad acquistare privatamente l'olio di cannabis, pure in presenza di regolare prescrizione medica – dichiarano Pastorino e Garibaldi -. Ciò accade anzitutto perché il Gaslini non fornisce il preparato, ma anche perché in tema di cannabis terapeutica ASL4 non è competente per i pazienti di età inferiore ai 25 anni, che quindi ricadono direttamente sotto l'ospedale, e di conseguenza le farmacie della zona non hanno titolarità in materia».

«Così si nega il diritto alle cure e la continuità terapeutica – puntualizzano Pastorino e Garibaldi - Ragionevolmente, l'unica soluzione per superare il problema è che il Gaslini stipuli una convenzione con le farmacie che producono preparati galenici, in modo che tutti i pazienti possano avere accesso all'olio di cannabis, unanimemente riconosciuto dai medici come metodologia più efficace per la salute e il benessere quotidiano del malato».

«Esistono già 2 precedenti: nel 2016 ASL1 Imperiese ha siglato un accordo con le farmacie, e lo stesso ha fatto pochi mesi fa il Policlinico San Martino di Genova. Il Gaslini può muoversi con le medesime coordinate. Peraltro bisogna ricordare che lo stesso Assessore Viale si è impegnata, anche in consiglio regionale, a favorire l'istituzione di tali convenzioni – concludono Pastorino e Garibaldi - In Liguria sono quasi 1000 i pazienti che hanno diritto alla cannabis terapeutica, ciononostante continuano a incontrare seri problemi, che vanno dalla carenza dei preparati alla mancata valutazione del reale fabbisogno regionale».

Venerdì 7 settembre 2018 alle 12:00:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News