Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 07.30 del 22 Ottobre 2018

Slot, Pd: «Non esiste alcun motivo per non applicare la legge contro l'azzardo»

Slot, Pd: «Non esiste alcun motivo per non applicare la legge contro l´azzardo»

Liguria - «Non esiste alcuna valida motivazione per non applicare la legge 17 del 2012 sulla lotta al gioco d'azzardo patologico proposta dal centrosinistra e approvata sei anni fa all'unanimità. Il governatore Toti continua a tirare in ballo in modo pretestuoso l'accordo Stato-Regioni, ma quell'intesa oltre a non essere operativa (visto che manca il decreto attuativo), fa salve le migliori legislazioni regionali, come ha confermato anche una recente sentenza della Corte costituzionale. Quindi anche la legge 17 del 2012, che è un una norma all'avanguardia così come provvedimenti analoghi approvati in Piemonte, Lombardia, Puglia e nelle Province autonome di Trento e Bolzano. Territori che hanno mantenuto la propria legislazione»: così il gruppo Pd in Regione Liguria.

«Toti invece ha preferito chinare il capo alle lobby dell'azzardo, trascurando la tutela della saluta dei cittadini liguri. La proroga di oggi non solo rappresenta un precedente molto preoccupante, perché non indica un limite temporale ben preciso, ma è anche la certificazione del fallimento dell'attuale Giunta ligure, che in un anno non è riuscita a partorire alcunché. Se davvero questa maggioranza avesse voluto tutelare gli esercenti avrebbe potuto investire delle risorse proprie, promuovendo sgravi Irap per le aziende in difficoltà o aiutando i Comuni a utilizzare la leva fiscale - ha aggiunto - Invece Toti ha preferito non spendere un euro per aiutare i commercianti, non avanzare alcuna nuova proposta. La maggioranza ha scelto semplicemente di mantenere tutto così com'è, proponendo una proroga che è soltanto l'antipasto di una sanatoria, a vantaggio delle lobby e non certo degli interessi dei cittadini liguri. L'associazione anti-usura sostiene che dal 2016 al 2017 sono aumentate le richieste di aiuto a causa del gioco. Mentre il garante per l'infanzia dice che questa proroga della maggioranza danneggerà i minori: è questa la difesa della famiglia che intende portare avanti il centrodestra? Il centrodestra ha stanziato dei fondi per aprire uno sportello antigender, ma in materia di azzardo non ha mosso un dito. Oltre alla proroga e alla sanatoria, l'assessore Viale non intende neppure aprire una comunità per i giocatori patologici».

Giovedì 26 aprile 2018 alle 17:00:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News