Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.30 del 9 Dicembre 2019

Tavolo legalità, vicepresidente: «Lavoriamo per istituire una commissione regionale antimafia»

Tavolo legalità, vicepresidente: «Lavoriamo per istituire una commissione regionale antimafia»

Liguria - «La lotta alla mafia non si fa come una calcolatrice. Al termine della legislatura il tavolo legalità sarà stato convocato almeno cinque volte, visto che manca ancora un anno alla fine. La Salvatore sostiene che il tavolo della legalità è stato convocato solo due volte in cinque anni? A parte che la giunta è insediata da circa tre anni e 10 mesi, ricordo che la lotta alla mafia, per quanto di competenza della Regione, ha visto un impegno concreto e non di facciata, tipico dell'antimafia delle chiacchiere di cui non ne sentiamo la mancanza. Infatti Regione Liguria ha sostenuto, anche economicamente, il percorso di recupero dei beni sequestrati e confiscati alla mafia a Genova (sequestro Canfarotta), contribuendo sia all'accatastamento di tali beni, sia da ultimo con uno stanziamento di 500mila euro dal fondo strategico regionale per il recupero di detti immobili, grazie anche all'importante collaborazione tra Regione, Prefettura e Comune di Genova»: risponde così la vicepresidente di Regione Liguria alla capogruppo del M5S in consiglio regionale.

«Il ricordo del magistrato Imposimato è molto importante anche per me – continua la vicepresidente - in quanto con lui sedevo in commissione bicamerale antimafia, come segretario di presidenza nella XII legislatura. Ma ritengo non rispettoso strumentalizzare la sua figura. Infatti la presenza di personalità come relatori al tavolo della legalità non deve essere usata per qualificare o sminuire l'impegno delle Istituzioni. Il dovere di ciascuno di noi consiglieri di maggioranza o di opposizione è mettere da parte protagonismi, essere al fianco della magistratura, delle forze dell'ordine, delle Prefetture impegnate nella lotta alla mafia, lavorare insieme anche per istituire la commissione regionale antimafia, o, ad esempio partecipare alle iniziative quali la Giornata in memoria delle vittime della mafia che si celebra ogni anno il 21 marzo, organizzata da Libera, dove la consigliera Salvatore ha brillato per l'assenza».

Giovedì 25 aprile 2019 alle 15:40:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News