Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 12.00 del 17 Ottobre 2018

Uil Liguria, Ghini: «Dopo il crollo del ponte non si ha il coraggio di incontrare i lavoratori»

Uil Liguria, Ghini: «Dopo il crollo del ponte non si ha il coraggio di incontrare i lavoratori»

Liguria - «Perché le due commissioni parlamentari presenti ieri a Genova non hanno incontrato anche i lavoratori che stanno subendo la crisi dovuta al crollo del ponte Morandi? I lavoratori interessati hanno bisogno e diritto, come altri soggetti colpiti dalla tragedia, ad avere risposte certe dalle istituzioni". Se lo chiede Uil Liguria che in una nota del segretario generali Ghini si legge.

«Non saranno mica stati dimenticati come i dipendenti comunali genovesi in occasione della cerimonia di commemorazione del 14 settembre scorso? – chiede al mondo politico e istituzionale Mario Ghini, segretario generale Uil Liguria - È assurdo che in questi giorni si continui a parlare di strumenti per rilanciare Genova e la Liguria, ma nessuno ricordi che i primi che stanno pagando questa mancanza di strumenti e decisioni sono i lavoratori genovesi e liguri».

«Stiamo assistendo - prosegue la nota - a continue passerelle di presidenti del consiglio, ministri, commissioni parlamentari che vengono a Genova a promettere strumenti e incentivi economici per la ripresa, ma in realtà, a chi ha perso il posto di lavoro o lo perderà non ci pensa nessuno. Così sembra alla Uil della Liguria».

«È vergognoso che si continui a fare passerelle invece di risolvere i veri problemi delle lavoratrici e dei lavoratori genovesi – commenta Mario Ghini segretario generale Uil Liguria - La discussione sul futuro commissario è sicuramente importante, quelle sulle risorse necessarie a compensare le perdite degli operatori portuali lo sono altrettanto, come trovare la soluzione agli sfollati. Ma in questi giorni nessuno parla di tutte quelle persone che prima del 14 di agosto avevano un lavoro e che dal giorno dopo si sono trovate senza un salario e senza strumenti di tutela e salvaguardia».

Giovedì 20 settembre 2018 alle 12:00:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News