Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 12.00 del 24 Settembre 2018

Pallanuoto: Pro Recco ipoteca il primato, battuta la Sport Management

Pallanuoto: Pro Recco ipoteca il primato, battuta la Sport Management

Liguria - Un grande cuore permette alla Pro Recco di espugnare la Manara di Busto Arsizio grazie ad una prodezza di Ivovic a 22 secondi dalla sirena: i biancocelesti sconfiggono così 7-8 la Sport Management seconda in classifica, ipotecando il primo posto.

Partenza sprint dei padroni di casa che passano in vantaggio alla prima azione offensiva con la combinazione tra ex, Luongo - Di Somma. La squadra di Vujasinovic ci prova con i mancini, Echenique e Filipovic, ma a segnare è l'altro ex biancoceleste, Figlioli, che da posizione 3 trova il raddoppio con Gitto nel pozzetto. La capolista accorcia con l'incursione di Molina, ma sulla seconda superiorità Lazovic è lesto nel togliere dalla rete un tap-in di Figari salvando così il 2-1 che chiude il primo quarto.

Nel secondo tempo Drasovic riporta i suoi sul +2 con un destro da 7 metri che fulmina Tempesti dopo 130 secondi. La Pro Recco si aggrappa a Molina che da posizione 5, con l'uomo in più, infila il numero uno avversario con uno splendido diagonale. A un minuto e 40 secondi dal cambio campo la Pro Recco pareggia i conti con Echenique. Spettacolo nel finale: botta e risposta tra Luongo, da posizione 5 con Ivovic nel pozzetto, e Di Fulvio, magistrale alzo e tiro. Poi è l'avanzata di Bodegas, con diagonale perfetto, a portare avanti la Pro Recco per la prima volta nel match e a chiudere così il secondo quarto sul 4-5.

Si riparte e la Sport Management fa 5-5 con Drasovic in superiorità dopo tre minuti di gioco. La Pro Recco invece spreca due azioni con l'uomo in più. Tempesti si salva con l'aiuto della traversa e sul ribaltamento di fronte Echenique serve Ivovic che batte Lazovic sul palo corto per il nuovo vantaggio biancoceleste. Partita palpitante e pareggio di Luongo che arriva ancora da posizione 5 con l'uomo in più a pochi secondi dalla sirena.

Equilibrio che si spezza di nuovo dopo 2 minuti e 50 secondi dell'ultimo tempo: è Figlioli dalla distanza a beffare Tempesti. La Pro Recco getta l'ennesima superiorità al vento, poi ci pensa Bodegas a meno di tre minuti dal termine a siglare il 7-7. Match sul filo dei nervi, Lazovic mura il tentativo di Molina, Baldineti chiama il timeout e Drasovic prova la palombella che si stampa sulla traversa. E allora a 22 secondi dalla sirena ecco l'alzo e tiro del campione, Ivovic, per il sorpasso definitivo che gela la Manara.

"Abbiamo faticato sul piano fisico perché siamo reduci da una finale molto tirata giocata appena tre giorni fa - osserva Ivovic -. Loro in casa sono una squadra diversa rispetto a quando giocano in trasferta, sono molto più aggressivi e tutte le squadre vanno in difficoltà. Però la nostra qualità e la nostra classe hanno deciso la gara".

Giovedì 8 marzo 2018 alle 10:00:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News