Liguria Pride: "Giunta Bucci? Clima aggressivo siamo preoccupati"

Liguria Pride: "Giunta Bucci? Clima aggressivo siamo preoccupati" | Foto

Genova - Oltre 3000 i partecipanti al Liguria Pride, il corteo che punta al superamento di ogni forma di discriminazione legata all’orientamento sessuale e all’identità di genere delle persone. I manifestanti, dietro lo striscione “Che GEneRE di Pride”, sono partiti intorno alle 17.30 da via San Benedetto, hanno raggiunto piazza De Ferrari per le 19.30.

Cosa chiediamo - Simone Castagno ed Emanuela Battecola, organizzatori dell’evento hanno spiegato i motivi di essere in piazza questa sera: “Scendiamo per chiedere più diritti, più equità per tutti i cittadini della Liguria”. In merito alla possibilità che la prossima giunta comunale di Genova non conceda il patrocinio al Liguria Pride gli organizzatori hanno aggiunto: “Siamo un po’ preoccupati di questo clima aggressivo, noi pensiamo che tutti i cittadini abbiano le stesse possibilità e si parli di tutte le famiglie e non soltanto di alcune. Noi andremo avanti per l’ottenimento dei diritti, non siamo preoccupati. Infine non è ammissibile che nel 2017 ci siano polemiche per questi eventi, siamo tra l’altro uno degli ultimi Paesi in Europa visto che anche la Germania ha approvato il matrimonio egualitario. E’ stupefacente quindi che venga perso tempo in polemiche inutili”


01/07/2017 20:00:51


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie di sport a Genova















Liguria News