SoriWinterJazz 2014, al via domenica

SoriWinterJazz 2014, al via domenica

Genova - L’associazione Culturale La Chascona in collaborazione con il Comune di Sori, la Proloco di Sori e la Regione Liguria presentano la prima edizione del Sori WinterJazz - un mare di musica, dal 23 al 30 novembre 2014 presso il Teatro del Levante di Sori. SoriJazz con ventisette edizioni alle spalle è sicuramente una delle manifestazioni più prestigiose e longeve nel quadro nazionale dei festival di musica jazz.

Le ultime tre edizioni di SoriSummerJazz, curate dall’associazione La Chascona, hanno visto la partecipazione di importanti artisti di livello internazionale e nazionale ed un nutrito programma di produzioni originali. L’Associazione La Chascona da quest’anno propone l’edizione invernale con SoriWinterJazz dove gli amanti del jazz e del blues potranno ascoltare, ancora una volta, incredibili performance di apprezzati musicisti e vocalist.

La prima edizione del SoriWinterJazz parte all’insegna del trio. Nel jazz la formazione del trio è una delle più stimolanti: nasce con l’esilarante trio storico, uno dei più grandi di tutta la storia del jazz, formato da Bill Evans con Scott LaFaro e Paul Motian per arrivare ai giorni nostri.
Il trio permette ampia libertà di espressione e spazio all’improvvisazione, i componenti del trio devono sapersi ascoltare, avere fiducia e rispetto nei propri compagni. Un incontro di note e di esperienze in musica davvero speciale, dove ognuno mantiene la sua peculiarità, il suo timbro ritmico inimitabile, ma al contempo si incontra e si fonde con il sound degli altri.

Si parte il 23 novembre con la splendida voce di contralto della pianista, vocalist e autrice newyorkese Mala Waldron accompagnata da due jazzisti raffinati come il bassista Giovanni Sanguineti e il batterista Paolo Franciscone per proseguire il 27 novembre con l’insolita ma consolidata formazione costituita da voce, chitarra e sax, di Tiziana Ghiglioni, Simone Massaron e Piero Bittolo Bon. Il 28 novembre è la volta del chitarrista emiliano Filippo Cosentino, che guida il trio a suo nome formato insieme al bassista Carlo Chirio e al batterista Carlo Gaia.
Sabato 29 novembre un jazz man d’eccezione, assiduo collaboratore di Paolo Conte, Ivano Fossati, Francesco Guccini e Vinicio Capossela, Antonio Marangolo sax tenore e pianoforte, con un’idea del contrabbassista Dino Cerruti che definisce “jazz deformante”ovvero che la tradizione è molto più rispettata se viene rivisitata e persino stravolta piuttosto che conservata, con un dei più apprezzati batteristi jazz italiani Rodolfo Cervetto.

SoriWinterJazz è anche Master Class. L’associazione Culturale La Chascona con la prima edizione del SoriWinterJazz, mantiene fede a quanto annunciato in occasione della conferenza stampa del SoriSummerJazz del luglio u.s.; grazie all’Assessore Istruzione, Formazione, Università della Regione Liguria, Sergio Rossetti, il festival apre agli allievi dei conservatori e scuole di musica, provenienti da tutta la Liguria e Basso Piemonte, Master Class condotte da artisti di fama internazionale, provenienti dalle più diverse esperienze artistiche e musicali.

Un incontro, un valore aggiunto per il percorso formativo dei giovanissimi musicisti, una interessante opportunità per gli studenti di musica con la possibilità di approfondire la conoscenza tecnica di uno o più strumenti nell’ambito della musica jazz: un percorso didattico rivolto agli studenti dei conservatori e delle scuole di musica. L’associazione Culturale La Chascona ha messo a disposizione delle scuole di musica pubbliche e private due posti a titolo gratuito per gli allievi tra i più meritevoli.

Una serata particolare del festival all’insegna del Jazz, dedicata proprio ai giovani studenti di musica jazz è domenica 30 novembre, quando alle ore 18.00, a coronamento dell’attività didattica, allievi e amici si potranno esibire sul palco del Teatro del Levante in una jam session aperta a tutti i partecipanti alle master class, e potranno suonare e cantare per il pubblico del festival.

OpenFreeJazz è una festa a chiusura del festival che ha l’onore di ospitare la partecipazione di gruppi di recente o nuova formazione, giovani e meno giovani, professionisti e appassionati di questa musica che nasce povera e priva di schemi, frutto dell’originalità di qualche pianista di New Orleans che, per sbarcare il lunario, suonava nei locali malfamati note silenziose e di sottofondo, per non disturbare gli avventori, e che conosceva bene i ritmi che andavano di moda, blues, ragtime, musica leggera americana: da allora il jazz continua a mantenere la sua connotazione eterogenea, di improvvisazione e leggerezza.

Domenica 30 novembre 2014 alle ore 18.00, nella serata conclusiva del festival, OpenFreeJazz dedicata ai giovani studenti di musica jazz, salirà sul palco del Teatro del Levante anche il gruppo Maiden Voyage Project. Il gruppo nasce al Conservatorio Paganini di Genova dalla collaborazione tra i 3 musicisti Mattia Colombi, Mila Ogliastro ed Emanuele Valente, ai quali si aggiunge Giorgio Griffa alla batteria. Il repertorio ruota attorno agli standard della musica Jazz degli anni '50-'60, e i riferimenti sono autori come Herbie Hancock, Horace Silver e Miles Davis, e i più classici Gershwin, Hammerstein e Kern. Gli arrangiamenti sono originali e scritti dagli stessi musicisti e lasciano grande spazio all'interplay e alle libere interpretazioni dei musicisti sfociando talvolta nel free-jazz.
Informazioni - Teatro del Levante, locale climatizzato, totalmente accessibile ai disabili. Orario inizio spettacoli ore 21.00, domenica 30 novembre ore 18.00
Biglietti e Abbonamenti
Biglietto intero € 12,00
Biglietto ridotto € 10,00
Abbonamento a 4 concerti € 35,00

Hanno diritto alla riduzione gli spettatori sotto i 18 anni, sopra i 65 anni, militari, invalidi, studenti universitari, soci ARCI, COOP, Rete Età Libera.
Il costo del biglietto unico di OpenFreeJazz di domenica 30 novembre ore 18.00 è di € 5,00


20/11/2014 11:00:57


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Notizie di sport a Genova