Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.45 del 18 Aprile 2019

Casello di Pegli, a Multedo ancora disagi sulla viabilità ordinaria: tir contromano e traffico in tilt

In attesa...
Casello di Pegli, a Multedo ancora disagi sulla viabilità ordinaria: tir contromano e traffico in tilt

Ponente - Non è passata neanche una settimana da quando - durante l'ultimo consiglio comunale - un'accesa discussione in merito al casello autostradale di Pegli ha scaldato la sala rossa di Palazzo Tursi, ma già la questione torna a far parlare.

Disagi senza fine - Il consigliere del Carroccio Fabio Ariotti - già autore di una
segnalazione relativa alla scarsa segnaletica della zona, causa di notevoli disagi alla viabilità - si è trovato nuovamente a raccontare, attraverso un video postato sulla sua pagina Facebook, il fatto che, in attesa dei divieti di uscita dei mezzi pesanti con altezza superiore a 3,5 metri (come proposto in sede di consiglio), a Multedo non si attenuino i disagi al traffico, con tanto di tir contromano sulla viabilità ordinaria.
Il problema principale è uno: gli autoarticolati che escono dal casello e si immettono su una già congestionata viabilità ordinaria creano notevoli disagi al traffico cittadino, rischiando anche di mettere in pericolo la cittadinanza.

Le possibili soluzioni - In sede di consiglio si è parlato di cercare una soluzione alternativa per tir e mezzi pesanti, e lo stesso consigliere Fabio Ceraudo (M5S) è addirittura arrivato ad affermare che «se non fosse possibile dare una variante sarà necessario vietare loro l'uscita da Pegli», e questo soprattutto in virtù del fatto che «a Multedo il pericolo è accentuato dalla presenza di Carmagnani e Superba, che stiamo tutti cercando di far dislocare da anni». In questo modo, però, il problema verrebbe solo "spostato" dal casello di Pegli alle altre uscite autostradali, finendo quindi per non risolvere pressoché nulla. Secondo la maggioranza dei consiglieri, dunque, l'unica soluzione a questo problema deve passare dalla rivisitazione dell'area attraverso il dislocamento dei due impianti di Carmagnani e Superba.
Benché questa sia - agli occhi di tutti - la soluzione migliore, si tratta comunque di progetti che necessitano di tempo e studi approfonditi, cosa che purtroppo potrebbe essere deleteria per la cittadinanza.

In attesa di soluzioni alternative, non resta quindi che pazientare e prestare la massima attenzione. Sperando che gli autoarticolati facciano lo stesso.

Sabato 2 febbraio 2019 alle 13:30:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News