Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.45 del 23 Gennaio 2019

Torna il cantiere sul ponte di via Giotto e crescono i problemi: «Quanto ancora dovremo aspettare?»

Come andrà a finire?
Torna il cantiere sul ponte di via Giotto e crescono i problemi: «Quanto ancora dovremo aspettare?»

Ponente - Dopo l’alluvione del 2010 si scelse di agire su ponte via Manara (i cui lavori sono andati avanti per oltre 2 anni) e su quello di via Giotto (la cui manutenzione sarebbero dovuti terminare a giugno dell’anno scorso, ma risultano comunque ancora in corso). «Abbiamo appreso dalla stampa» afferma il consigliere comunale Carmelo Cassibba «che a partire da oggi il ponte di via Giotto – riaperto a una corsia lo scorso novembre – verrà nuovamente chiuso per consentire la ripresa dei lavori di ricostruzione. Chiaramente queste operazioni si prolungheranno per diversi mesi – 120 giorni – quindi a questo punto ci sembra doveroso chiedere spiegazioni. Non dimentichiamo che la zona è già stata fortemente colpita nel post crollo del Morandi, e tutto questo potrebbe creare una nuova criticità nella zona di Sestri Ponente».

La risposta - «Il ponte di via Giotto è questione un po’ spinosa» spiega l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Genova Paolo Fanghella. «La struttura è stata rifatta, ma come sappiamo i lavori sono ancora in corso e devono essere terminati: la finalità di questa manutenzione era quella di contenere il franco idraulico, il tutto per contenere le piene del torrente». Ma non basta: «La demolizione dell’edificio retrostante senza la modifica del ponte sarebbe inutile» continua Fanghella, «quindi questo tipo di intervento ha come finalità prima quella di mettere in sicurezza un territorio a cui è rimasta una ferita molto profonda 8 anni fa. L’apertura fatta a novembre serviva per aiutare le esigenze delle attività commerciali di Sestri, ma si era già avvisato che il cantiere sarebbe stato riaperto dopo l’Epifania». «Il cantiere di via Giotto» spiega l’assessore «è stretto e con delle criticità notevoli, prima fra tutte il notevole ritardo in cui versa attualmente. Ma perché è in ritardo? Perché è nato come appalto sotto una normativa sugli appalti che fa sì che non siano applicati dei vincoli e delle penali nel caso in cui non venissero rispettate le tempistiche di spostamento delle fibre ottiche: questa normativa a giugno è stata modificata, ma fino ad allora le tempistiche hanno continuato a non essere regolamentate dall’appalto».
«È evidente» conclude «che bisogna tener conto delle esigenze di chi opera: ora faremo riunioni e valutazioni per trovare delle opzioni che vadano incontro a cittadini e attività commerciali, ma è chiaro che prima di avere per le mani la soluzione migliore sarà necessario prima ponderare bene».

Martedì 8 gennaio 2019 alle 15:00:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News