Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 10.00 del 21 Luglio 2018

RINA, lanciata una nuova piattaforma per l’applicazione strategica dei dati

RINA, lanciata una nuova piattaforma per l’applicazione strategica dei dati

Ponente - Con un brand orientato al futuro, processi e servizi digitalizzati e un approccio sempre più focalizzato sul business, il RINA, multinazionale di certificazione, testing, ispezione e consulenza, ha presentato oggi al mondo il suo nuovo DNA.

Con una storia di oltre 150 anni alle spalle, il RINA cambia il proprio logo con un’immagine in grado di condensare le sue caratteristiche distintive, l’esperienza e la capacità di innovare, rappresentate simbolicamente da due triangoli che indicano il passato e il futuro dell’azienda.
Ad accompagnare il nuovo posizionamento del RINA, la digitalizzazione, non solo dei processi interni, ma soprattutto dei servizi offerti, attraverso l’applicazione strategica di tecnologie, come big data e intelligenza artificiale.

Cube, il cui nome è ispirato dalla multidimensionalità dell’analisi dei dati, è la piattaforma su cloud creata dal team RINA, nato per sviluppare questi temi e oggi composto da oltre 50 risorse. Attraverso l’utilizzo di dati ragionati, questo strumento svela soluzioni che guidano i clienti nella gestione predittiva dei loro asset. Inoltre, è capace di interagire con le tecnologie più diffuse, che lo rendono di facile utilizzo sia per le grandi multinazionali sia per le aziende del settore retail, aiutandole a ridurre i costi. Il nuovo approccio, infatti, consiste nell’estrarre valore dai dati già a disposizione e utilizzarlo per permettere alle aziende di diventare più efficienti e rinnovare la propria offerta.

Grazie al ruolo di soggetto affidabile, credibile e super partes storicamente ricoperto dall’azienda, il RINA si propone, oggi, come regista del contesto digitale in cui si incontrano tutti gli attori di una filiera. Attraverso l’applicazione di appositi algoritmi, la nuova piattaforma può, infatti, fornire informazioni utili per l’intero sistema, come nel caso della gestione della catena logistica. L’accesso alle informazioni su tutte le fasi del percorso da parte di tutti gli attori coinvolti conduce, infatti, all’ottimizzazione dell’intero processo.

Ugo Salerno, Presidente e Amministratore Delegato del RINA, ha commentato: «La mole di dati disponibili oggi è enorme. Si prevede che, entro il 2020, il 75% delle aziende sarà digitalizzato, ma solo coloro che saranno capaci di elaborare il dato in maniera intelligente potranno restare competitivi. Il RINA, si trova nella posizione ideale per far incontrare le competenze tecnologiche, quelle di processo e quelle di business».

«Nel settore petrolifero si stima che la gestione digitale degli asset, per esempio con una rete di sensori, riduca i costi del 25% e aumenti la produzione dell’8%, ma i vantaggi dell’innovazione digitale sono rappresentati, tra gli altri, anche dalla possibilità di creare un “digital twin” in contemporanea alla progettazione di un’infrastruttura reale, dall’estensione dell’efficacia della manutenzione predittiva e da una migliorata gestione dell’efficienza energetica. Anche la formazione beneficia delle opportunità offerte dai nuovi strumenti della digitalizzazione e il RINA è già attivo nell’offrire soluzioni per lo sviluppo e la gestione di ambientazioni virtuali. Cube sarà utilizzabile nei diversi settori di attività del RINA, inclusa la certificazione delle piccole e micro imprese, come nel caso delle verifiche periodiche degli ascensori e degli impianti elettrici. Per questi servizi l’azienda sta utilizzando, già da alcuni anni, strumenti digitali per aumentare la velocità delle verifiche, ridurre al minimo gli errori e standardizzare i processi. La transizione digitale vede il RINA coinvolto non solo nell’utilizzo di nuovi strumenti, ma anche nella protezione del dato. Infatti, l’azienda, ha già certificato alcuni data center per un attore di rilievo del settore delle telecomunicazioni secondo la norma ANSI TIA-942, che indica i requisiti per la resilienza di un centro dati, ossia la sua capacità di garantire la continuità dei servizi erogati in caso di manutenzione o guasto.
Il RINA sta, inoltre, sviluppando un processo di certificazione interamente digitale in cui si viene guidati nel processo on-line in modo automatico sino all'emissione del certificato. Una prima applicazione di questo approccio è proprio dedicata alla security, con il Cyber Essentials, adottato dalle aziende per dimostrare il livello di protezione da eventuali attacchi. Abbiamo scelto questo momento perché ora che la competenza del RINA, i nuovi scenari e la domanda dei mercati si incontrano, possiamo supportare i nostri clienti nel compiere un passo determinante verso l’applicazione delle nuove tecnologie che stanno già rivoluzionando la vita di tutti noi», ha concluso Salerno.

Venerdì 15 dicembre 2017 alle 09:00:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News