Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.15 del 25 Settembre 2018

Tutto pronto per la riqualificazione di viale Canepa: «Sestri lo attende da anni»

Tutto pronto per la riqualificazione di viale Canepa: «Sestri lo attende da anni»

Ponente - Dopo anni di attesa è pronta a partire la riqualificazione di viale Canepa. Un grosso investimento per Sestri Ponente: «Il quartiere lo attende da diversi anni» annuncia Mario Bianchi presidente del Medio-Ponente.

«Dal 2015 sono stati stanziati i fondi per la riqualificazione del viale, sono state attivate procedure di progettazione, percorsi partecipativi e richieste di autorizzazione. Sono stati fatti - inoltre - diversi incontri e domani ci sarà l’assemblea pubblica nella quella andremo ad esporre il progetto definitivo successivo alle osservazioni perché il cantiere sta per partire».

Una situazione - per certi versi - complessa quella di viale Canepa, visto che tutti i sottoservizi di fognature e acquedotti sono stati negli anni danneggiati dalla presenza di radici invasive. «Le alberature del viale sono di due specie preponderanti: le sophore (le specie originarie del viale) e bagolari (impiantati circa 50 anni fa). Questi ultimi, meglio conosciuti come "spaccasassi", hanno con le loro radici danneggiato la parte superficiale della carreggiata e dei marciapiedi».

Intervento a detta di Bianchi «necessario» quello della rimozione delle radici, per consentire così il rifacimento totale delle linee idrauliche e fognarie «Nella prima fase verranno sostituiti e tolti i ceppi e le alberature per liberare il sottosuolo. Poi, verranno rifatte completamente le linee idrauliche e fognarie. In seguito saranno impiantate le nuove alberature, in numero maggiore rispetto a quelle esistenti».

Infatti, la notizia delle ultime ore è proprie il continuo aumentare degli alberi. «Da 78 attuali passeremo a 99 alberature, di dimensioni più consone. Inoltre verrà riqualificato il viale con una pavimentazione nuova, i marciapiedi saranno più larghi, arredi decorosi, panchine e una corretta gestione delle acque. Sestri merita di presentarsi di nuovo, come in passato, di un viale bello e decoroso in continuità con le riqualificazioni di via Sestri, delle piazze, e del centro storico sestrese».

Non sono mancate però le critiche in questo periodo che precede l'inizio dei lavori. «Critiche che in tutta franchezza non comprendo» ammette Massimo Romeo, assessore municipale al Territorio. «Della riqualificazione di viale Canepa ne parliamo almeno da quattro o cinque anni. Già con la vecchia giunta abbiamo intrapreso un percorso partecipativo, sia con i cittadini che con i commercianti. Abbiamo indetto riunioni di commissione, abbiamo fatto assemblee pubbliche. È stata stanziata dalla giunta precedente un'importante somma, che arriva agli 800 mila euro».

«Oggi - prosegue Romeo - scopriamo che qualcuno dice di non esser stato informato di questa riqualificazione. Mi sembra un po' pretestuosa come affermazione. Abbiamo coinvolto tutti, comprese le branchie del Comune: da Amt ad Amiu, per far sì che il periodo dei lavori portasse meno disguidi possibili sia per chi ci lavora, che per chi ci abita».

Nel dicembre del 2015 fu organizzato addirittura un concorso di idee per la riqualificazione del viale: «Sia come singoli che come aggregazioni sociali i cittadini potevano presentare proposte, suggerimenti, idee e contributi progettuali di qualsiasi genere. Il tutto per rendere questo percorso il più partecipativo possibile» redarguisce l'assessore municipale.

Critiche che hanno riguardato anche l'abbattimento degli alberi secolari. «Le valutazioni sull'abbattimento di questi alberi sono state fatte da agronomi del Comune. Ci sono stati mostrati molti dati, che ci dicevano che lo stato di salute di quelle alberature erano pessime. A fronte di queste valutazioni, non abbiamo fatto altro che accogliere queste rimostranze».

«Stiamo facendo un grosso sforzo sia dal punto di vista economico, sia dal punto di vista politico. È in dubbio che ci stiamo mettendo la faccia. I lavori dureranno circa un anno e mezzo. Io invito tutti i cittadini che non hanno avuto tempo o voglia di informarsi a venire domani alle 17 nelle stanze dell'ex Manifattura Tabacchi. Lì ci sarà una riunione e saranno presenti tutti i tecnici: dagli agronomi agli esperti di Amt, che spiegheranno nel dettaglio i nuovi percorsi degli autobus, non dimenticando i tecnici di Amiu, che illustreranno il riposizionamento dei bidoni della spazzatura» conclude Romeo.

Difesa impugnata anche dal presidente Bianchi. «Ho notato un po' di notizie curiose in giro. Una nello specifico riguardava la definizione dei cosiddetti "peri cinesi puzzolenti". Per i più scettici esiste la possibilità di vedere e sentire queste essenze. I "peri da fiore" sono presenti a Pegli in piazza Rapisardi e in via Martiri della Libertà, oppure in via Jori e via Canepari a Certosa. In questi giorni sono passato di lì e sono fioriti, vi assicuro che non ho ravvisato alcun effetto maleodorante così come insinuato da qualcuno».

Messaggio di distensione che in parte non accoglie il Comune di Genova. «Quella di viale Canepa è un'opera fortemente voluta dal Municipio e che condivido parzialmente» confessa Paolo Fanghella.

L'assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Genova sottolinea alcuni aspetti economici: «Il Municipio precedente ha fatto una valutazione sui costi completamente sbagliata e quindi il Comune dovrà fare un’integrazione rispetto le quote del Municipio. Quanto? Non sappiamo ancora la percentuale, ma parliamo di centinaia di migliaia di euro».

Mercoledì 28 marzo 2018 alle 20:30:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News