Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 15.15 del 18 Marzo 2019

Al Ferraris è caccia all'Europa: la Samp vuole i tre punti contro l'Atalanta

Di Roberto Minoliti

Al Ferraris è caccia all´Europa: la Samp vuole i tre punti contro l´Atalanta

- Carissimi Amici Blucerchiati, tra poche ore la Samp scenderà in campo a Marassi contro l'Atalanta, in un match che si preannuncia bello ed avvincente, e che riveste un'importanza notevole nella rincorsa europea dei due Team. Una occasione unica per il Doria, che con un successo potrebbe scavalcare i rivali nella graduatoria generale. Sarà la sfida tra Duvan Zapata, che un qualche rimpianto tra i Tifosi lo ha lasciato ( del resto non era preventivabile il suo passaggio in estate in neroazzurro), e Fabio Quagliarella, che parrebbe avere recuperato dal fastidio accusato domenica scorsa durante la vittoriosa trasferta di Ferrara; a proposito... una splendida Samp contro la Spal, specialmente nel corso della prima frazione, dove il vantaggio sarebbe potuto anche essere più sostenuto: contro la compagine di Semplici si è visto in campo un Quaglia mattatore, autore di giocate magnifiche, sfiorare il gol a ripetizione: magistrale l'azione dove ha colpito il palo da considerevole distanza, e la conclusione in drop che ha accarezzato la traversa. Bravo Vieira, che non ha sfigurato, bene nel complesso Saponara (anche se a non tutti è piaciuto), perentorio Colley, ok anche Gabbiadini e poi Defrel, che ultimamente pare molto vivo, ed anche prezioso in chiave tattica; menzione speciale anche per Sala; forse rivedibile Audero sulla punizione del gol spallino; alla fine sono arrivati tre punti fondamentali per la continuità e l'autostima dei nostri Ragazzi. Ma torniamo ad oggi pomeriggio: out ancora i lungodegenti Caprari e Barreto, recuperano almeno per la convocazione Ramirez e Tonelli, e ritorna Ekdal.
I bergamaschi di Gasperini stanno anche in questa stagione confezionando un ottimo lavoro; scontata l'amarezza per l'inopinata eliminazione nel preliminare di Europa League, gli orobici sono andati avanti in Coppa Italia e si giocheranno ad aprile la Finalissima, mentre in Campionato precedono appunto il Doria e sono in piena bagarre per il traguardo europeo; al Ferraris si presenteranno al gran completo, con il Papu Gomez probabilmente dietro alla coppia Ilicic-Zapata, mentre in porta Gollini dovrebbe prendere il posto di Berisha; il Doria rispetto alla formazione iniziale di Ferrara, riproporrà Ekdal in mezzo, Murrru a sinistra e Defrel davanti.
Ovviamente non sarà semplice avere ragione dell'Atalanta, ma la Samp ha sempre mostrato di saper tenere botta, interpretando bene le gare contro la Dea. Ci vorrà molta attenzione nelle fasi di non possesso, loro sono bravissimi a ribaltare velocemente l'azione; la Samp potrà però disporre dell'aiuto di un pubblico entusiasta, che accorrerà probabilmente in buon numero a sostenerla. E' questo il momento, secondo me, di stringersi ancor più attorno alla Squadra; parlare meno di cordate e di fondi... tanto le trattative migliori sono quelle ... silenziose. Vi ricordate quella tra Garrone e Ferrero? Pensare al presente... sostenere la Sampdoria! Come sempre si è fatto, e si sta facendo.
Una bella curiosità sarà il completo con il quale i nostri scenderanno in campo: vale a dire con i gloriosi colori di una delle nostre società progenitrici, la Sampierdarenese, nata nel 1899, maglia bianca con fascia rossonera, collo a "V" con i laccetti, calzoncini e calzettoni neri: un bel modo per festeggiare la Sampi e i suoi 120 anni! Chissà se il prossimo anno accadrà la stessa cosa con l'Andrea Doria, nata nel 1895 come polisportiva, e dedicatasi al calcio nel 1900, anche se le prime gare ufficiali arrivaroni nel 1902.
Ed infine... ecco una conferenza di Mister Giampaolo... un po' diversa dalle solite...e certamente, a mio avviso, godibile, interessante e... illuminante.
Al di là delle solite considerazioni di ogni pre-partita, il Mister ha voluto evidenziare quanto bisognerebbe cambiare mentalità, tutti, a Genova... "Non dobbiamo parlare di mercato e di interessi personali, a campionato in corso...", il tutto per non fare apparire la Samp come un Club di passaggio per tutti, ed in primis per i calciatori; dove gli obiettivi personali anestetizzerebbero quelli collettivi, e quindi i traguardi del Club e della Squadra. E ancora: "... se non cambiamo il modo di pensare... se non riteniamo che... la Samp è la mia Squadra... che io sono fidelizzato ai colori della Samp... ", con richiamo anche a Vialli e Mancini che tutti volevano, ma loro non si sono mossi sino a che non hanno vinto qualcosa...
Beh, non so a voi... ma a me le parole del Mister hanno fatto un grande piacere; premesso che per me è sempre stato un vero Maestro, come allenatore, e concesso che a volte dovrebbe essere meno talebano con l'irremovibile sistema di gioco (ed a Ferrara ha mostrato di potere, quando serve, applicare in corsa qualche sana eccezione), rimane un Signore onesto ed attaccato alla sua professione, ed anche "sinceramente", io credo, all'ambiente ed ai nostri colori. Per me non è poco, di questi tempi ed in questo calcio... anzi... è tantissimo!
E quindi... Forza Mister Giampaolo... Forza Ragazzi! Tutti a Marassi... Tutti Insieme... Avanti Sampdoria!!!

Domenica 10 marzo 2019 alle 10:15:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News