Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.00 del 25 Maggio 2019

La Samp al Dall'Ara cerca punti per l'Europa

Di Roberto Minoliti

La Samp al Dall´Ara cerca punti per l´Europa

- Carissimi Amici Blucerchiati,la Samp fa suo il Derby, e lo fa in maniera netta e perentoria, con merito e sagacia; non che sia stata la prestazione migliore della stagione, ma il gol iniziale di Defrel ha fatto decisamente andare in discesa il prosieguo del match, con il risultato poi messo al sicuro dal penalty realizzato da capitan Fabio. Una bella soddisfazione per tutto il mondo blucerchiato, particolarmente per i Tifosi, autori di una'altra splendida coreografia che ha esaltato le sciarpe dai colori più belli del mondo, davvero un qualcosa di originale, ed al tempo stesso vintage. Felicità pura per Giocatori e Staff, ed anche per la Dirigenza.
Ferrero ha fatto un altro show esagerato, e apparso fuori luogo, nel dopo gara, evidentemente innervosito dalla vicenda della possibile cessione; in settimana, intanto, si è tenuto il cda, che porterà a numeri decisamente interessanti per il Club, a livello di bilancio, mai così in attivo negli ultimi anni. Insomma: davvero un paradosso la situazione del presidente... considerando che se soltanto si guardasse ai margini societari, alle iniziative realizzate ed a quelle in cantiere, ed anche ai risultati sportivi, non potrebbe scientemente essere contestato da nessuno! Così come appare francamente impensabile che lui possa, dall'oggi al domani, modificare magicamente certi suoi atteggiamenti... che tanto danno fastidio a gran parte della tifoseria.
Vincere il Derby è stato bellissimo, la mini serie continua, non solo per la Samp, che non ne perde uno dalla stagione sfortunata con Montella in panchina, ma anche per Giampaolo, che ha raggiunto il suo sesto personale senza conoscere sconfitte. Ed oggi si va a Bologna... Il Mister è stato perentorio in questi giorni, definendo la gara del Dall'Ara come un autentico crocevia, non solo per la stagione, ma anche per dimostrare che la Samp anche quest'anno è cresciuta ulteriormente rispetto ai campionati precedenti: riuscendo cioè, a questo punto del campionato, a stare mentalmente sul pezzo, andando in trasferta a proporre il suo progetto di gioco, riuscendo a lottare sino alla fine per la conquista del traguardo che si chiama Europa. Si potrà riuscire o meno, ma si deve avere il dovere di lottare per l'obiettivo sino al termine... Messaggio chiarissimo! Del resto, il nostro Coach già nelle interviste dopo Derby aveva dichiarato che la squadra doveva sì festeggiare... per qualche ora... e poi pensare subito al Bologna! Bene, con queste premesse si va in Emilia, dove oggi alle 15 ci sarà la sfida: campo tradizionalmente ostico e che subito richiama alla mente due retrocessioni amarissime per noi: quella di metà anni '70, un 4-1 alla penultima giornata che in pratica ci condannò (ahi... che brutto ricordo... ahi... che brutta trasferta), gol di Chiodi ad inizio partita, poi agonia sino alla rete della bandiera di Paolo Tuttino, a 4' dalla fine; e poi quella più recente, la Samp di Enrico Mantovani, di Spalletti, di Ferron e di Montella, con il penalty fasullo procurato da Sakic e l'abbaglio gigantesco di Trentalange. Oggi sono i felsinei nei guai; oggi sono loro a rischiare la B; hanno preso in corsa Sinisa, il quale da buon lottatore e motivatore è riuscito a raddrizzare la barca, spostando i rossoblù rigati dal baratro in cui erano precipitati nel girone di andata, a lottare alla pari con le altre sino alla fine del torneo. A gennaio il Bologna ha acquisito le prestazioni di ottimi atleti, da Soriano a Sansone, niente male... in casa stanno andando bene, ed entreranno in campo cercando i tre punti. Anche la Sampdoria sta bene: Frosinone a parte,unica partita davvero sbagliata, e latente in parte durante la trasferta di Torino, i blucerchiati hanno sempre fatto ottime prestazioni, anche nelle sconfitte con Atalanta e Roma, dove avrebbero certamente meritato punti. L'impressione è che davvero oggi il Doria si giochi tantissimo, ed anche che ha nelle corde tutte le possibilità di fare bene: piazzare il colpaccio significherebbe lanciare un guanto di sfida al trenino che ci precede, in attesa del big match con la Lazio del prossimo turno; con un pari non saremmo ancora fuori, ma certamente il successo ci darebbe una grande spinta in graduatoria. Al Bologna mancheranno un paio di pedine, tra cui la punta Santander; al Doria il solo Gabbiadini, recuperato e aggregato Caprari, e forse Barreto. Probabile l'impiego di Tonelli al posto di Colley... per il resto dovrebbe scendere in campo lo stesso undici iniziale del Derby, con Defrel guastatore insieme a Quaglia, ispirati da Gaston. Staremo a vedere: io, lo confesso, ho fiducia...
Come sempre la Samp non sarà sola in questo cimento: auguriamoci che la Squadra tutta abbia recepito l'appello del suo condottiero; scendere in campo con coraggio, rispetto dell'avversario, ma con grande fiducia ed autostima; giocare come sa... sarebbe importantissimo, sarebbe prodromico per la conquista dei tre punti. Alla fine... dipende molto da noi! E questo è già molto bello ed anche altamente significativo del lavoro di tutti, Mister in primis.
Forza Ragazzi... Avanti Sampdoria... Con il cuore... fino alla vittoria!

Sabato 20 aprile 2019 alle 12:00:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News