Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.00 del 21 Ottobre 2019

Samp con la voglia di riscatto in casa contro l'Udinese

Samp con la voglia di riscatto in casa contro l´Udinese

- Carissimi Amici Blucerchiati, non bastava l’amarezza per il pari esterno di Firenze, praticamente due punti malamente buttati da una serie di circostanze negative; molto più gravi sono state le risultanze degli sventurati incidenti capitati ai nostri durante la settimana: Caprari out per tre mesi circa, a causa di una frattura al perone, e Sala stirato; non c’è male davvero con la sfiga! E con Barreto ancora in bacino di carenaggio e Regini non ancora perfettamente ok, la prossima sfida con l’Udinese aumenta ancor più le insidie di una gara già tradizionalmente ostica. Le zebrette friulane hanno sempre dato qualche grattacapo al Doria, ogniqualvolta sono scesi al Ferraris; ci ritroveremo di fronte il gigante Okaka, e la mente per forza di cose andrà alla sconfitta di misura dell’andata, dove un punto lo avremmo nel finale potuto agguantare (palo di Defrel).

A Firenze è accaduto veramente di tutto: una Samp al trenta per cento, parole del Mister, ha patito per quasi tutta la prima frazione, rimediando però il risultato, che era di un Muriel a zero, grazie alla prodezza balistica su calcio franco di Gaston. Rimasta la Viola in dieci, non si è riusciti ad approfittare troppo della superiorità numerica, ed ingenuamente è stato subito il raddoppio casalingo grazie ad un'altra prodezza del colombiano (eppure lo conoscevamo bene… lui e le sue migliori qualità…), non commettendo un fallo a centro campo che sarebbe costato il giallo al difensore che era in copertura, dopo il bel numero di Luis su Andersen. Il colpo poteva stendere un toro, ma l’ingresso del Gabbia ha indubbiamente rivitalizzato i blucerchiati, che sono pervenuti prima al pareggio grazie al penalty di Quaglia, per graziosa ingenuità di un defender locale, e poi addirittura in vantaggio a pochi minuti dal termine, grazie ad una perla da vero centravanti del nostro immenso Fabio. Quando l’arbitro ha assegnato soltanto 3’ di recupero ho pensato che forse era fatta… con l’uomo in più, bastava impossessarsi dell’attrezzo e farlo girare… invece a causa di un fallo avvenuto sulla linea del centrocampo, ed inizio rissa provocato da chi in genere ha tutto l’interesse ad alzare i toni ed a far perdere attenzione e concentrazione a chi è in posizione di vantaggio, è scaturita la marcatura del pareggio viola; sappiamo tutti come è andata, pallone spostato clamorosamente sulla trequarti da parte del loro battitore, davanti ad arbitro, quarto uomo e addetto al var, che ovviamente non hanno battuto ciglio; così come colpevolmente nessuno della nostra panca, o dei nostri giocatori ha mosso un dito; frittatona generale poi sulla battuta rasoterra nel cuore dell’area, palla a Chiesa, sfortunata ed autolesionistica deviazione verso la porta di Ekdal, con due viola soli soletti sul secondo palo, ed ecco il patatrac… che delitto! Che peccato!

La nuova situazione che si è venuta a creare, a causa dell’infortunio di Caprari, farà sì che probabilmente Kowna rimarrà alla base; se invece il polacco fosse ugualmente mandato a giocare altrove, allora a Giampaolo occorrerebbe giocoforza un quarto attaccante. Il Mister conta i pezzi, per la sfida di sabato alle 18 contro i bianconeri, recupera Bere e Linetty, ed avrà più di un dubbio sulla squadra da mandare in campo. Giochiamo un po’ al toto formazione? Potremmo azzardare Audero, Colley e Andersen, poi Murru e Bere; in mezzo Ekdal, Praet e Jankto, Saponara dietro a Defrel e Quagliarella. Sarà così? Certo, come ha detto in conferenza stampa il Tecnico, domani sarà chiesto al Team di fornire una prova saggia e responsabile, in altre parole… volitiva ed intelligente, basata più sulla tecnica che sulla forza fisica. La Samp è un po’ in credito con buona sorte e decisioni arbitrali: con i friulani bisognerebbe invertire la rotta, e questa considerazione nel complesso verte più sui risultati che sulle prestazioni: con Juve, Milan in Coppa e Fiorentina i frutti ampiamente meritati sono sfuggiti; auguriamoci quindi che i ragazzi sappiano reagire come si conviene, in modo da essere squadra più matura e serena, anche nei momenti difficoltosi; e che la fortuna ci dia ogni tanto una mano… e che la direzione arbitrale non ci penalizzi.

La Samp avrà ancora di più bisogno dell’affetto dei suoi Tifosi; soprattutto in questa partita, per combatterla insieme e per, come tutti ci si augura, tornare alla vittoria!

Venerdì 25 gennaio 2019 alle 23:30:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News