Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.00 del 25 Aprile 2018

Benvenuto 2013, simbolica ventata di aria fresca

Benvenuto 2013, simbolica ventata di aria fresca

Genova - Finalmente si è chiuso: è stato forse il più difficile, critico, catastrofico degli ultimi cinquant'anni e pochi saranno salutati con più impazienza e sollievo di questo terribile, bisesto, duemiladodici.
Se ne va l'anno della crisi economica mondiale, dell'Imu, degli scandali politici e personali; si chiude una pagina tra le più nere per l'Italia, che si è riscoperta povera, zimbello denigrato dalle sorelle d'Europa.
Ci lasciamo alle spalle l'anno dell'austerity, delle proteste di piazza, delle speranze deluse ed oppresse: l'anno delle donne che si ritrovano colpevoli delle loro sventure, come quando, in odore di stregoneria, ardevano nel fuoco dell'intolleranza.
Si chiudono i dodici mesi in cui l'era moderna ha posato il proprio sedere sul fondo.
Per questo il nuovo anno arriva come una ventata di aria fresca: una fonte di speranza, un ponte verso un domani incerto ma ancora possibile.
Il 2013 può e deve essere l'anno dei grandi cambiamenti: le elezioni politiche imminenti, dopo il governo delle tasse, che ha seguito quelli (al plurale) degli sprechi, hanno risvegliato la voglia della gente comune di mobilitarsi; i trentamila che, nella sola Liguria, si sono messi in fila per scegliere i candidati del Partito Democratico, fanno il paio con i militanti del MoVimento 5 Stelle che si sgolano su internet e nei consigli comunali e con le donne che, indignate, scendono in piazza per rivendicare la loro sicurezza e la propria dignità.
I negozi con le vetrine luccicanti e le casse vuote saranno una dura realtà anche nel nuovo anno ma il sogno di una ripresa, annunciata da qualche inguaribile ottimista che è tornato ad investire in pubblicità, barometro dell'economia capitalista, é vivo e presente in una società che non vuole arrendersi. Come non si arrendono gli eroi che la sera, con il freddo e sotto la pioggia, si dedicano alla cura dei più poveri, quelli che si rimboccano le maniche per sostenere le persone in difficoltà, testimoni ignoti del grande cuore degli italiani.
Poco più di un anno fa, proprio nella nostra Genova, gli "Angeli del Fango" dimostrarono quanto può essere forte la spinta di un popolo che si unisce per il bene comune, quella stessa spinta che oggi può cambiare il destino di tutti.
Il 2012 si chiude con una meravigliosa notizia, la liberazione di Andrea Calevo, giovane imprenditore di Lerici costretto a trascorrere il Natale nelle mani di improvvisati sequestratori: la capacità di lavorare in sinergia e la generosità mostrate da Carabinieri e Polizia siano un monito per tutte le istituzioni dello Stato, chiamate a rilanciare il buon nome del Belpaese nel mondo.
Che il 2013 sia l'anno del merito, della fine degli scandali di una politica bulimica e volgare; siano un anno di riscossa economica e morale per noi tutti.
Mai come in questo 31 dicembre 2012 l'augurio della redazione di CittadiGenova è stato più caldo e sincero: in alto in calici e i cuori, sarà un anno meraviglioso. Basta volerlo!

Lunedì 31 dicembre 2012 alle 23:50:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News