Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.30 del 18 Ottobre 2019

Blu Area: gli interessi divergenti di Comune e cittadini

Blu Area: gli interessi divergenti di Comune e cittadini

Genova - Portano i commercianti in piazza, fanno discutere animatamente i cittadini e spaccano la politica, eppure sono delle semplici strisce azzurre.
Semplici ma costose e capaci, con la loro invadenza, di modificare i comportamenti delle persone e incidere, anche pesantemente, sulle tasche dei cittadini.
Cosi l'estensione della "Blu Area", la zona di sosta a pagamento, continua ad essere oggetto di forte contrasto e discussione.
Dopo la manifestazione organizzata dagli ambulanti dell'Aval, guidati da Giuseppe Occhiuto, la questione Blu Area ha ricompattato l'ormai ex centro destra, con Pdl, Lega e Futuro e Libertà unite contro l'entensione dei parcheggi a pagamento anche alla Valbisagno.
L'assessore alla viabilità del Comune di Genova, Simone Farello, dice che "Le cose si capiscono sempre dopo".
In realtà l'efficacia della Blu Area, a favore dei cittadini è molto discutibile: è vero che i parcheggi a pagamento favoriscono una più veloce rotazione delle auto in sosta ma è altrettanto vero che lo stesso effetto lo garantisce anche il vecchio, caro, ormai quasi estinto, "disco orario".
Il principio è lo stesso, la differenza forse sottile ma economicamente rilevante: non si devono mettere soldi nelle macchinette per parcheggiare.
Chi ci perde con il disco orario? Il comune. Però ci guadagnano tutti gli altri e in un momento di crisi, con i salari bloccati, la cassa integrazione record e le tasse più alte d'Europa (fanno eccezione i paesi scandinavi ma paragonare i due sistemi non sarebbe improprio ma immorale), soprassedere sull'ennesimo balzello sarebbe forse la cosa più corretta.

Venerdì 21 gennaio 2011 alle 11:30:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News