Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 22.20 del 23 Gennaio 2019

Cep, Carlo Besana:"Passi avanti grazie alla democrazia partecipata"

Cep, Carlo Besana:`Passi avanti grazie alla democrazia partecipata`

- E' arrivato dalla Lombardia per ragioni professionali e, sempre per lavoro, proprietario della locale farmacia, ha conosciuto il Cep di Voltri. Da allora il dottor Carlo Besana è diventato un punto di riferimento per la locale comunità e, dopo avere ceduto l'attività, è rimasto al Cep a capo del Consorzio Pianacci. "Il farmacista in un luogo come questo è una persona credibile anche al di la degli aspetti puramente medici - spiega Besana - ed è stato semplice raccogliere la fiducia degli abitanti". Un'esperienza umana di grande spessore, quella che Besana racconta a Speaker's Corner: "Sono molto legato a questa zona e sono convinto che l'attività delle associazioni come la nostra sia estremamente importante per migliorare il quartiere. Oggi la situazione del Cep è molto migliorata rispetto al passato: l'evoluzione è lenta, per certi versi impercettibile, ma importante e continua. Sono convinto che le soluzioni ai problemi dei luoghi come il nostro non siano nelle manifestazioni eclatanti e populiste: noi abbiamo sperimentato metodi molto democratici, propositivi. L'episodio più clamoroso si è verificato in occasione della discussione di una legge regionale sull'edilizia popolare che avrebbe obbligato centinaia di famiglie ad abbandonare le proprie abitazioni. E'stato splendido vedere persone anziane e poco scolarizzate discutere da pari a pari con il governatore Burlando, dopo avere studiato per giorni la legislazione vigente in materia e contribuire con osservazioni oculate all'emendamento della norma.
Per il futuro ci aspettiamo ancora miglioramenti ma alle istituzioni non facciamo richieste particolari: ciò che vogliamo è che il comune consideri le nostre istanze e monitori l'evoluzione di un quartiere come il nostro che, purtroppo, è la periferia della periferia. I miglioramenti si ottengono proseguendo sulla strada della democrazia partecipata che ha già cambiato, in meglio, le condizioni del Cep. Ciò che ritengo prioritario - conclude Besana - è che i cittadini abbiamo consapevolezza dei cambiamenti: avere la certezza di vivere in un posto dignitoso è molto importante per non scadere nel degrado. Oggi l'identità del Cep è finalmente molto forte".

Lunedì 2 marzo 2009 alle 17:01:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News