Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.00 del 7 Dicembre 2019

Demolizione, il giorno X è arrivato: tutto quello che c'è da sapere

Tutte le informazioni utili in vista dell'abbattimento del ponte

Modalità
Demolizione, il giorno X è arrivato: tutto quello che c´è da sapere

Val Polcevera - Venerdì sarà in programma la demolizione del moncone est di ponte Morandi con l’uso dell’esplosivo. La Protezione Civile del Comune di Genova, sulla base di tali indicazioni, si è pertanto attivata per programmare le attività di assistenza alla popolazione, sulla base di dati ed in collaborazione con altre Direzioni comunali (Politiche Sociali, Mobilità e Trasporti, Polizia Locale, Politiche dell’Istruzione, Governo dei territori Municipali, Politiche dello Sport) e con altri Enti (A.Li.Sa. Agenzia Ligure della Sanità, ASL 3 Genovese, Prefettura).

Fasce - Le indicazioni fornite dalla struttura commissariale al Comune di Genova consistono nell’individuazione di 3 diverse fasce di rispetto dalla zona di esplosione: la prima entro i 250 metri, la seconda entro i 300 metri e la terza tra i 300 e i 400 metri. Il Piano di Evacuazione è articolato in 11 attività, di seguito esplicitate, tramite le quali si è provveduto a programmare l’assistenza alla popolazione, previa zonazione delle aree interessate (lato nord e lato sud del ponte Morandi). In tal modo si è potuto correttamente ubicare i punti di raccolta, gli Info Point e la distribuzione delle aree di attesa della popolazione in relazione ai percorsi ed alle modalità di collegamento alle stesse.

Evacuazione della popolazione della fascia 300 metri - I cittadini che non provvedono autonomamente a trovare una sistemazione per la giornata, dalle ore 06:00 e sino a fine operazioni, saranno ospitati presso le aree di attesa predisposte: tali aree saranno raggiungibili autonomamente o tramite servizio pubblico gratuito appositamente predisposto. Sono state individuati due punti di raccolta della popolazione: uno al lato Nord del ponte, in via Fillak all’incrocio con via Brin e l’altro al lato Sud del ponte, in via Fillak all’incrocio con via del Campasso.

Trasporto da e per le aree di attesa - «Per la popolazione non automunita, sarà predisposto un servizio di trasporto gratuito con autobus AMT verso le aree di attesa. A tale servizio potranno accedere anche i cittadini che hanno sistemato, presso le aree gratuite predisposte, i loro mezzi privati. Le partenze e gli arrivi avverranno dai punti di raccolta durante le seguenti fasce orarie: partenza verso le aree di attesa, dalle 6.00 alle 7.00; rientro dalle aree di attesa, dopo l’OK della Commissione di cui all’Attività 9, dalle 22 sino a fine operazioni. In tale fase la popolazione sarà assistita presso i punti di raccolta dal personale di Protezione Civile (dove saranno presenti anche n.1 WC chimico per ciascun punto). La comunicazione di rientro verrà effettuata mediante invio di SMS verso i numeri forniti durante le interviste a tutta la popolazione interessata e annunci nelle aree di attesa.

Verifica di avvenuta evacuazione - «Dalle ore 07 alle ore 09, prima di dare l’avvio alle operazioni di brillamento delle cariche esplosive, sarà effettuata una verifica, presso ogni portone, dell’assenza di persone nella fascia soggetta a sgombero. Tale operazione sarà condotta dalla Polizia Locale con l’eventuale supporto delle Forze dell’Ordine (Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza) previo accordo con Prefettura e Questura».

Strade, treni, autostrade - «Come da indicazione della Relazione Metodologica della ATI dei demolitori, è prevista la chiusura dell’autostrada A7 e relative bretelle di diramazione e delle linee ferroviarie (quella per Ovada-Acqui e quella per il porto) dalle 7 alle 19 e comunque sino a cessate esigenza: saranno, invece, garantiti - con itinerari diversi - i collegamenti con Milano e Torino, mentre verrà istituito un servizio di pullman fra Ovada e Genova Pra' e la linea Ventimiglia-Spezia resterà percorribile. A cura della Direzione Mobilità e Traffico, è in corso di predisposizione il Piano della Mobilità, con l’ubicazione dei cancelli o varchi viari, dei punti di presidio degli accessi, delle aree di parcheggio gratuito destinate mezzi privati in sosta nelle aree sgomberate. A cura delle Forze dell’Ordine sarà garantito un presidio anti sciacallaggio lungo il perimetro della fascia 300 metri». Come preannunciato, inoltre, resteranno chiusi al traffico il casello di Genova Ovest, via Perlasca, via 30 Giugno, via Fillak e il ponte di fronte all’Ikea: i tir diretti in Valpolcevera dovranno uscire a Bolzaneto. Va da sé che la viabilità cittadina potrebbe risultare congestionata nel corso della giornata, soprattutto tra il casello di Genova Aeroporto e il centro cittadino.A variare, inoltre, saranno anche alcune linee di autobus, mentre rimane viva l'idea di fermare il transito della metropolitana tra Brin e Dinegro almeno durante l'esplosione.

Aree di attesa, accreditamento e sistemazione - «Sono state individuate aree distribuite con capacità ricettiva - proporzionale rispetto alla distribuzione della popolazione a nord ed a sud del ponte - con il criterio di non frazionare eccessivamente i gruppi ospitati in modo da ottimizzare la capacità organizzativa. Le aree saranno predisposte ed organizzate a cura del personale della Protezione Civile già a partire da alcuni giorni precedenti all’evento (predisposizione delle protezioni alle pavimentazione delle palestre, predisposizione di gazebo all’aperto, predisposizione aree di ristorazione, ecc). All’arrivo della popolazione presso i centri di Attesa, avverrà l’accreditamento ad opera di agenti di Polizia Locale; successivamente l’accoglienza e la sistemazione degli ospiti avverrà ad opera del personale e dei volontari di Protezione Civile. Il servizio di ristorazione è previsto sia per il pranzo che per la cena, per tutta la popolazione interessata che non provvede ad autonoma sistemazione. Il servizio sarà erogato o mediante la distribuzione di pasti presso le aree di attesa, idoneamente predisposte, o tramite la distribuzione di buoni pasto da utilizzare nei bar e ristoranti che risponderanno alla call di disponibilità. Le fasce orarie di distribuzione dei pasti sono: pranzo: 12.00–14.00 e cena: 18.30–21.00».

Cessato allarme - «A seguito dei risultati delle analisi sulla qualità dell’aria, la Commissione, costituita da ASL, ARPAL, Struttura Commissariale, Prefettura e Sindaco, fornisce alla Protezione Civile l’autorizzazione all’avvio delle procedure di rientro della popolazione. La comunicazione alla popolazione per poter rientrare nelle proprie abitazioni verrà fornita dal personale di Protezione Civile presente nelle aree di attesa, nonché attraverso messaggi sui social network (Facebook, Twitter e Telegram), sui pannelli Si.Mon e PMV e tramite SMS alla popolazione che avrà fornito il numero di cellulare durante la compilazione del questionario. Nel caso in cui le operazioni di demolizione si protraggano oltre le tempistiche previste e/o i risultati delle analisi ambientali non garantiscano sufficiente tutela alla popolazione, i cittadini sfollati resteranno alloggiati presso i punti di raccolta diurni, adeguatamente allestiti con brandine e coperte fornite da Protezione Civile. La sistemazione delle famiglie con bimbi di età inferiore ai 3 anni avverrà presso le strutture alberghiere convenzionate con il Comune di Genova».

Negozi - L'esplosione avverrà tra le 9 e le 10 del mattino e - come ormai noto - chiunque risieda nel raggio di 300 metri dall’area dell’esplosione dovrà evacuare fin dalle prime ore di venerdì (se non addirittura da giovedì in casi straordinari). Per quel che concerne i negozi della zona, chiaramente quelli entro la zona interessata dall'evacuazione rimarranno chiusi, mentre risulta (per ora) che gli esercizi commerciali della zona di Campi rimarranno tutti aperti tranne l'Ikea.

Mercoledì 26 giugno 2019 alle 11:15:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News